Numeri importanti ed un consenso di pubblico al di là di ogni più rosea aspettativa per l'edizione "0" di Primavera a Gaeta, Parchi e Comuni in fiera. Cala il sipario su un evento fortemente voluto dall'Ing. Osvaldo Ciufo, "anima" del Papardò. Il Parco balneare che affaccia sull'incantevole spiaggia dell'Arenauta a Gaeta, dal 22 al 25 aprile ha accolto numerosissimi ospiti, turisti ed addetti ai lavori richiamati da un evento dove espositori di qualità, prodotti biologici, articoli artigianali sono stati il valore aggiunto. Un bilancio più che positivo che premia l'impegno profuso – ha commentato soddisfatto l'Ing. Ciufo che ha ringraziato: il Comune di Gaeta in particolare l'Assessore all'ambiente Iolanda Mottola per l'attenzione prestata a questo evento, il Dr. Rino Valente per il pathos con cui ha esposto e narrato l'assedio e resa di Gaeta 1860-61, il Dott. Raphael Rossi che nel corso del suo convegno ha prodotto proposizioni convincenti sulla gestione dei rifiuti, il Prof. Giuseppe Nocca che ha catturato l'attenzione sulla biodiversità alimentare, l'Istituto "Tallini" di Formia che ha voluto esporre gli elaborati sulla bio-ingegneria, i produttori di zafferano, gli artigiani del ferro e delle ceramiche, i piccoli produttori e l'apprezzatissima Cantina Telaro per la qualità dei suoi vini. Una giornata che si è conclusa con le melodiose armonie dell'orchestrina dell'etnomusicologo Ambrogio Sparagna. Appuntamento quindi all'edizione 2018 di Primavera a Gaeta, e adesso in un simbolico passaggio del testimone inizia nel miglior modo possibile la stagione estiva, facendo tesoro delle risorse e potenzialità culturali, ambientali ed enograstronomiche del nostro territorio: viste, narrate, descritte, raccontate ed assaporate durante Primavera a Gaeta.