Il secondo Latina Lazio Pride s'è chiuso sulle note della musica live. Una festa colorata, così come quella dello scorso anno al lido. Stavolta tutto s'è svolto al centro, in viale Italia. Tantissimi partecipanti per rivendicare l'orgoglio omosessuale e i diritti di tutti.

l programma di questa edizione prevedeva una nuova carrellata di artisti, tra cui: il cantautore di Latina Roberto Casalino, Giordana Angi, gli Absolut, Chiazzetta, i Canusia, gli Skuba Libre. Ci saranno anche: Eric ( influencer Instagram), Gender Parisi, Lecoseimportanti, Lemore e Parruccoro. Durante la manifestazione ci'è stata anche "POPPEparty", un djset della scena romana. La comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans) di Latina è in piazza grazie al sostegno delle associazioni organizzatrici: Arcigay Roma, Arcilesbica Roma, Azione Trans, Gay Center e SeiComeSei. I portavoce: Marilù Nogarotto (SeiComeSei), Fabrizio Marrazzo (Gay Center), Aurora Marchetti (Azione Trans). Il Latina Lazio Pride ha una sua sigla, è il brano "Bam Bam" della cantautrice di Aprilia, Giordana Angi, che è disponibile da alcuni giorni su Itunes.

Una manifestazione, questa, che serve a «vivere meglio nel tempo dell'odio, delle paure, del disprezzo - ha detto Zingaretti - in un tempo che non tollera il diverso orientamento sessuale, la diversa religione, la diversa cultura, a vivere meglio in una città dove si ha paura dell'altro. Ci permettiamo di dire da questo palco che c'è davvero bisogno davvero che tutti capiscano e credano che le differenze sono un valore da non allontanare, perché questo distacco non è che la base culturale e sociale di un modello di società del quale siamo stanchi». Più positiva la Briganti, che ha definito la giornata di ieri come «la conclusione di un percorso difficile» e il centro storico del capoluogo, così agghindato a festa, come «il simbolo di un cambiamento in cui si può finalmente sperare». Commovente infine il contributo della star pontina Tiziano Ferro, che si è collegato in diretta con il Pride per invitare il pubblico e chi non ha partecipato a vivere per se stessi e per la propria liberazione: «Oggi mi amo "un casino" - ha dichiarato - ed è questo che dovete fare anche voi, perché siete meravigliosi».

La seconda edizione del Lazio Pride ha scelto nuovamente Latina. In viale Italia ci sono centinaia di persone che hanno deciso di festeggiare la giornata dell'orgoglio omosessuale. A portare i saluti delle istituzioni ha pensato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che dal palco ha detto: "Ho voluto fortemente essere qui oggi perché le differenze non devono fare paura, in quanto sono un valore. Questo è il messaggio che vogliamo lanciare". Durante la manifestazione è previsto un videomessaggio di Tiziano Ferro.

Il programma di questa edizione prevede una nuova carrellata di artisti, tra cui: il cantautore di Latina Roberto Casalino, Giordana Angi, gli Absolut, Chiazzetta, i Canusia, gli Skuba Libre. Ci saranno anche: Eric ( influencer Instagram), Gender Parisi, Lecoseimportanti, Lemore e Parruccoro. Durante la manifestazione ci sarà anche "POPPEparty", un djset della scena romana. La comunità LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Trans) di Latina è in piazza grazie al sostegno delle associazioni organizzatrici: Arcigay Roma, Arcilesbica Roma, Azione Trans, Gay Center e SeiComeSei. I portavoce: Marilù Nogarotto (SeiComeSei), Fabrizio Marrazzo (Gay Center), Aurora Marchetti (Azione Trans). Il Latina Lazio Pride ha una sua sigla, è il brano "Bam Bam" della cantautrice di Aprilia, Giordana Angi, che è disponibile da alcuni giorni su Itunes.