E' stato presentato ieri mattina (5 dicembre 2017), a Nettuno, il programma delle iniziative per le festività natalizie promosso dall'ente dopo aver raccolto le proposte di associazioni, comitati e cittadini.

"E' stato un lavoro sinergico tra assessorati - ha esordito l'assessore alle Politiche sociali, Simona Sanetti - Servizi sociali, Cultura, Turismo e Attività produttive ma anche di tutte le realtà del territorio. Abbiamo posto le basi per il futuro coinvolgimento dei cittadini. Colgo occasione, infatti, per ricordare che abbiamo creato una short list di associazioni: invito, dunque, tutti a partecipare al censimento entro 31 dicembre 2017. Dobbiamo capire quali realtà ci sono: abbiamo provato a fare delle riunioni ma non hanno avuto grande risposta. Tornando al programma 'Natale con i fiocchi', va rilevato che al suo interno ci sono due appuntamenti importantissimi: la 'Città di Babbo Natale' e il contest dei Presepi, entrambi curati da Massimiliano Ottolini. Vogliamo che tutta la città sia vestita a festa, coinvolgendo bambini e famiglie".

Subito dopo è intervenuto lo stesso Massimiliano Ottolini, che ha illustrato le caratteristiche dei due appuntamenti: "In tanti anni - ha affermato - ho visitato con i miei figli le città di Babbo Natale in Italia e ho notato delle location dove, in un grande Padiglione, si trovavano le diverse ambientazioni. Io però volevo coinvolgere la città, dal castello fino al Borgo e alle piazze. Dunque, abbiamo individuato alcuni spazi, col percorso partirà dal Forte Sangallo, anche se l'inaugurazione è prevista per il 16 dicembre. Il castello ospiterà la Casa di Babbo Natale: nella Corte del Forte ci saranno l'ufficio postale e la dogana; qui i bambini riceveranno il passaporto per accedere alla Casa e potranno scrivere la letterina che sarà mandata direttamente sulla scrivania di Babbo nel Forte. Il passaporto sarà rilasciato dagli elfi poliziotti che, con biciclette-renne, andranno in giro per la città e chiederanno il documento. In caso i bambini non lo avessero, riceveranno la multa di una caramella. All'interno del Forte, invece, l'atmosfera sarà istituzionale, con musica museale. Nella sala del camino sarà allestita la camera da letto di Babbo Natale mentre nella sala delle armi ci sarà il suo studio privato. Uscendo dal Forte si prosegue verso piazza Mazzini: nei pressi della fontana del dio Nettuno sarà allestito il giardino con gli alberi incantati: caratteristica sarà l'illuminazione con renne e stelle a tema luminoso e natalizio. Nel Borgo medievale, invece, ci sarà il villaggio degli elfi, con casette e botteghe. In piazza Colonna verrà allestita la falegnameria, dove i bambini potranno costruire i giocattoli con i loro papà. Ci sarà poi un grande albero di Natale con panchine, arredato in stile fiabesco. Sempre in piazza Colonna ci sarà la sartoria con materiali giganti e si potranno imparare le tecniche del cucito. Nel vicolo che conduce verso il porto sarà allestita la scuola degli elfi, in collaborazione con l'associazione Train de vie. I bambini potranno rimanere per mezz'ora e partecipare a laboratori sulle fiabe. In piazzetta Sacchi, invece, ci sarà la pasticceria degli elfi grazie all'associazione Albatros, che farà decorare ai bambini biscotti e cup cakes, sempre per mezz'ora. Uscendo dal Borgo - ha aggiunto Ottolini - ecco l'albero della solidarietà, con base nell'ex gabbiotto dei parcheggi sul lungomare. Qui ci sarà l'albero della città di Nettuno e nel box, in collaborazione con don Massimo Silla e le parrocchie di Nettuno,  sarà aperto uno sportello di solidarietà per la raccolta di beni alimentari e giocattoli. Il coordinamento di don Massimo coinvolgerà tutte le parrocchie, che provvederanno a consegnare il materiale alle famiglie bisognose. In piazzale San Rocco, invece, sarà realizzato il Presepe a grandezza naturale. Infine, non per ordine di importanza, in piazza del Mercato ci sarà il trono di Babbo Natale, dove i bambini, nel pomeriggio di ogni sabato e per tutta la giornata di domenica (a determinati orari, ndr), potranno incontrare Babbo Natale, parlare con lui e scattare delle foto".

Per quanto riguarda il contest dei Presepi, invece, Ottolini ha specificato che possono partecipare tutti: dalle scuole alle associazioni, fino ai singoli cittadini. I Presepi saranno esposti nel portico di destra del Forte Sangallo, dal 16 dicembre 2017, e saranno anonimi: i cittadini potranno votare il migliore indicando il numero e mettendo il biglietto in un'urna. Il 7 gennaio, alle 16.30, ci sarà la premiazione dei primi tre classificati in piazza del Mercato. 

L'inaugurazione degli eventi è in programma l'8 dicembre 2017, a partire dalle 17, con l'accensione dell'albero e il concerto di Luca Liberini (ore 18.00) in piazza Battisti. Anche le iniziative di Ottolini, salvo la Casa di Babbo Natale, che sarà inaugurata il 16 dicembre 2017 con particolari iniziative, fra cui una coreografia di danza studiata da Simona Retrosi, che collabora con Ottolini nella direzione artistica dell'evento.

Poi, come spiegato dall'assessore Sanetti, ci saranno tantissimi altri eventi, ma anche la pista di pattinaggio, il grande spettacolo di fine anno e - novità interessante - i fuochi d'artificio a mezzanotte per salutare il nuovo anno.

Ovviamente, non mancherà il mercatino con le casette in legno, del quale ha parlato l'assessore alle Attività produttive, Nanda Salvatori: "Quest'anno l'assegnazione delle casette è stata fatta con una estrazione a sorte per la massima trasparenza. Si è deciso sulla base delle richieste e del regolamento. Lunedì, poi, sono state estratte a sorte anche le postazioni. Le casette, voglio sottolinearlo, sono state già montate".

Infine, seppure senza sponsor, il centro cittadino sarà abbellito con delle luminarie installate dal Comune. Gli assessore presenti, però, hanno voluto ringraziare fortemente i commercianti che, in alcune vie, hanno installato in proprio le luminarie. Si pensa, qualora il bilancio lo consenta, a un piccolo rimborso spese anche per loro.