Qualità, contenuti, accessibilità, progresso. Il Fondi Music Festival è pronto a rientrare a Palazzo Caetani, scommettendo i suoi fortunati precedenti su una settima edizione dalle grandi novità. Alla direzione artistica ancora il giovane Maestro Gabriele Pezone, affiancato nell'allestimento dall'associazione Fondi Turismo e dai sodalizi musicali "Ferruccio Busoni" e "Sergej Rachmaninov".

Anche quest'anno, la rassegna fondana di musica classica accoglierà nel Sud pontino alcuni tra i migliori artisti - italiani e non - attualmente in attività nel settore. Ad aprire sarà, sabato 3 febbraio alle ore 18.30, l'atteso "Omaggio a Gabriele D'Annunzio" ad ottanta anni dalla sua scomparsa, che chiamerà in scena il tenore Roberto Cresca e il pianista Gianfranco Pappalardo Fiumara. Ben altri quattordici concerti porteranno avanti il Festival fino a Natale, con alcune celebrità del genere, provenienti da Germania, Georgia, Spagna, Croazia e Messico. 

Tre le novità di maggior rilievo quest'anno: la campagna abbonamenti, valida alternativa al singolo biglietto di 5 euro per ciascun evento ("standard" 50 euro, "senior" 25 euro per gli over 65, "junior" 25 euro per gli under 30). I diversi appuntamenti saranno preceduti dalle performance di giovani musicisti in erba di Fondi, o dei comuni del comprensorio, al fine di consentire «agli studenti del conservatorio - spiega Pezone - di confrontarsi con il pubblico». In ultimo, la direzione ha scelto di introdurre due nuove personalità: un artista in residence e il direttore ospite principale, disposizione che aprirà alla possibilità di vedere sul palco musici del calibro di Matteo Cossu (violinista) e del Maestro Alessandro Calcagnile, direttore d'orchestra.

Tutte le informazioni sul sito www.fondimusicfestival.it.