Il giornalista Gaetano Carnevale attraverso il suo lavoro ha saputo raccontare la sua città e il territorio scavando prima nelle notizie e poi nella storia. Domani, sabato 29 aprile, alle ore 17:00 presso la Sala Lizzani del Chiostro di San Domenico a Fondi, sarà presentato l'ultimo libro del giornalista e storico Gaetano Carnevale, "Marmi, Ori, Argenti e Legno: Un patrimonio dimenticato di Fondi".

A pochi mesi dalla sua scomparsa, la presentazione del libro di uno dei maggiori storici e conoscitori del territorio fondano -  dedicato proprio al ricco patrimonio scultoreo, archeologico, pittorico ed architettonico di Fondi - sarà anche un momento per ricordare il suo intenso e appassionato lavoro di ricerca e il suo amore per questa città. Ne sono un esempio i suoi attenti studi e il suo impegno lungo e costante per riportare alla luce la storia di uno dei quartieri storici più importanti di questa città, La Giudea, di cui esistono diverse pubblicazioni.

Interverranno al dibattito Maria Eletta Carocci, dottoressa in Storia dell'Arte e Guida Turistica ufficiale provinciale, Vincenzo Bucci, fotografo e curatore della sezione di immagini del volume, Emidio Quadrino, professore, Roberto Boiardi, direttore Herald Editore, Emilio Drudi, fedele amico di Gaetano Carnevale. Modera l'incontro il giornalista Simone Nardone.

Il libro, come si legge nella nota introduttiva scritta dallo stesso Gaetano Carnevale, "è un'opera di divulgazione, con la speranza che raggiunga la mente e il cuore di una comunità inconsapevole di avere tanta ricchezza, dalla quale si potrebbero ricevere benefici di elevazione culturale e civile, ma anche occasioni occupazionali e di attività economiche".

A chiudere l'incontro saranno letti alcuni spezzoni del libro da Mattia Carnevale, affezionato nipote del giornalista, docente e storico.