A Fondi, in occasione della Fiera SS. Pietro e Paolo, aperti i siti dell'Ente Parco Monti Ausoni. Venerdì 30 giugno 2017, in occasione della nuova fiera cittadina, dalle ore 10,00 sino alla mezzanotte saranno aperti tre siti regionali gestiti
dall'Ente Parco: il Museo Ebraico, il complesso San Domenico e Palazzo Caetani. Nella giornata di venerdì 30 giugno 2017 a Fondi si svolgerà una nuova fiera regionale a carattere annuale, istituita in via sperimentale lo scorso aprile con deliberazione del Consiglio comunale, denominata "Fiera SS. Pietro e Paolo". Per tale occasione l'Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, accogliendo la richiesta del Comune di Fondi, nell'ottica di continuare a favorire la conoscenza e fruizione del prezioso patrimonio storico, artistico e architettonico del territorio, ha deciso di garantire l'apertura con orario continuato, dalle ore 10,00 sino alla mezzanotte, di alcuni siti regionali. I tre siti coinvolti nell'iniziativa, tutti nel centro storico cittadino e di cui l'Ente Parco ha competenza nella gestione, sono: il Museo Ebraico, in largo Elio Toaff (ex l.go Aurilio Rufo); il complesso San Domenico, in largo Luigi Fortunato, e Palazzo Caetani, in corso Appio Claudio 11. Si segnala che Palazzo Caetani da pochi giorni, dopo l'inaugurazione avvenuta lo scorso 16 giugno, offre ai visitatori la possibilità di ammirare un gioiello artistico, la cosiddetta "Camera Picta". E' uno degli ambienti del Palazzo posti al primo piano, attiguo alla sala grande. Si tratta di una stanza di notevole importanza per la presenza di tratti di affreschi risalenti alla fine del XIII secolo. Menzionata nell'Inventarium Honorati Gaietani del 1491 come la "camera sopra il giardino" (camera supra iardenum), era utilizzata molto probabilmente per riunioni particolari. Il ciclo figurativo rappresenta la scena dell'ottavo libro dell'Eneide ed è attribuito alla scuola di Simone Martini e della scuola Romana. Grazie ai lavori finanziati dalla Regione Lazio l'ambiente è stato liberato delle superfetazioni che ne impedivano una lettura d'insieme;  gli affreschi sono stati restaurati nel 2014 e nel 2016 sono stati completati i lavori che permettessero la protezione e la fruizione.