La scorsa settimana, a Nettuno, nell'ambito della 15esima edizione del "Guerre&Pace Filmfest", l'Accademia Delia ha consegnato il Tridente d'Oro alla Cultura, kermesse ormai giunta alla sua settima edizione.
A consegnare il prestigioso riconoscimento, sul palco dell'arena dello stabilimento "Pro Loco", il responsabile territoriale dell'Accademia - Piero Cappellari -, il portavoce della stessa - Alberto Sulpizi - e Maria Raffaele: quest'anno, l'ambito premio è stato assegnato a Patrizia e Mauro Paccariè, rispettivamente direttore artistico del Gts Danza classica Nettuno e coreografo di fama internazionale. «35 anni di Gts, dedicati alla danza e ai figli di tanti, che riconoscono ancora oggi, pur magari avendo intrapreso diverse strade, il grande insegnamento ricco di disciplina e professionalità, basata - si legge nelle motivazioni del premio - su: umiltà, tenacia, perseveranza, etica; unite alla grande competenza tecnica e bagaglio artistico di chi, come pochi, sa trasmettere l'affascinante arte della danza».
Tanti applausi per i Paccariè, dunque, con la cerimonia che è proseguita con la consegna del Tridente di Platino, un premio speciale alla memoria, dedicato all'attore Umberto Fabi.
Al termine della cerimonia, Cappellari ha voluto rimarcare come la Cultura nazionale debba essere difesa, con ogni mezzo possibile, dalle minacce legate alla globalizzazione, «riaffermando - ha spiegato - i valori che sono della tradizione».
Chiaramente, non sono mancati i ringraziamenti per la Pro Loco Nettuno.