A poche ore dal trionfo alla Biennale di Venezia, che li ha nominati vincitori del prestigioso Leone d'Oro alla carriera per il Teatro 2018, Antonio Rezza e Flavia Mastrella si fanno destinatari di un secondo premio, altrettanto straordinario: il Comune di Nettuno intende riconoscere ai due autori, performer, registi teatrali la Cittadinanza Benemerita. Nell'affascinante località del litorale romano, la coppia di artisti tiene vivo il suo "laboratorio creativo" - ospitato dalla Divina Provvidenza - e da anni apre i battenti ad eventuali spettatori, occasionali o abitudinari, rivelando i principi e le evoluzioni del loro irriverente "teatro di ricerca"; da qui la proposta del consigliere di opposizione Giacomo Menghini di ricompensarli per il contributo «dato alla città, prendendo spunto dalle nostre debolezze e anche dalle nostre virtù». Il primo cittadino di Nettuno, Angelo Casto, ha subito condiviso la posizione di Menghini e avviato le procedure per la concessione dell'onorificenza.