Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




0

Fare con Tosi attacca il Comune: no all'utilizzo distorto degli ispettori ambientali

Aprilia

Fare si scaglia contro l'amministrazione comunale criticando l'utilizzo distorto degli ispettori ambientali. Il responsabile organizzativo del movimento di Aprilia, Andrea Fantoni, attacca la decisione della giunta Terra di impiegare queste figure in centro e non in periferia. "Siamo costretti a prendere atto, a malincuore, che questa lodevole iniziativa - spiega il responsabile organizzativo di Fare! - si è trasformata nell'ennesima occasione mancata. Riceviamo quotidiane segnalazioni di ispettori di fresca nomina,  non nelle campagne dove servirebbero per contrastare lo scarico abusivo di materiale di risulta, ma in pieno centro e nei parchi cittadini".

Per questo il movimento, guidato a livello nazionale da Flavio Tosi, non nasconde la delusione per la scelta del sindaco e dell'assessore all'Ambiente, Alessandra Lombardi. Anche perché si pensava che l'istituzione degli ispettori ambientali potesse dare nuova linfa alla lotta contro l'abbandono "selvaggio" di rifiuti nelle periferie di Aprilia, un territorio vastissimo e complicato da controllare. "Rimaniamo allibiti da questa decisione. Per comminare una contravvenzione alla pensionata che getta il sacchetto nel cassonetto - continua Andrea Fantoni - fuori dall'orario previsto dal regolamento non c'è bisogno di istituire un nuovo corpo, sarebbe bastato convogliare a tale scopo una manciata di ausiliari del traffico in esubero. L'ispettore ambientale deve occuparsi di ambiente, non può essere relegato a piccole funzioni di decoro urbano".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400