Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




0

La Cuomo Latticini compie 105 anni e non si ferma, in arrivo nuovi investimenti (FotoGallery)

Aprilia

Da laboratorio artigianale a industria casearia, mantenendo però inalterata la tradizione e la passione per il lavoro. Si può racchiudere in queste parole la storia della Industria Latticini Cuomo, una storia lunga 105 anni che è stata celebrata ieri nello stabilimento di Aprilia in via delle Scienze. Un’azienda che cresce e si sviluppa (45 dipendenti, 4 linee di filatura, un'area da 33 mila metri quadrati) ma che mantiene una gestione familiare e in maggioranza femminile: sono infatti Giovanna e Laura Cuomo (figlie di Giuseppe), le zie Stefania e Cristina Cuomo e Andrea Pacilli (figlio di Stefania) a occuparsi di tutte le fase della lavorazione e della produzione. Una realtà che distribuisce nel Lazio e in altri regioni d’Italia (Toscana, Umbria e Lombardia) e che punta a espandersi con nuovi investimenti. «Il nostro obiettivo è quello di preservare lo spirito delle origini, mettendo in atto - spiega Giovanna Cuomo - una serie di progetti come lo sviluppo di nuovi prodotti Dop dell’agro pontino».

Da laboratorio artigianale a industria casearia, mantenendo però inalterata la tradizione e la passione per il lavoro

La novità, a breve via alla produzione della mozzarella di bufala


Ma soprattutto all’orizzonte c'è l'ampliamento dello stabilimento (in un’ala separata così come prevedono le norme in materia) per la lavorazione della mozzarella di bufala. «Vogliamo - continua Giovanna Cuomo - ottimizzare il processo produttivo, anche se una fase sarà sempre gestita dalle persone. Perché ci sono delle operazioni che si possono realizzare solo manualmente».
E alla famiglia Cuomo è arrivato il plauso dell’assessore regionale Sonia Ricci, presente alla festa dei 105 anni insieme al consigliere regionale Rosa Giancola e agli amministratori di Sermoneta e di Aprilia. «In questo settore il valore dell’uomo fa la differenza. E persone come voi - spiega Sonia Ricci - rendono il territorio migliore. Bisogna premiare le eccellenze, perché grazie a loro la Regione può crescere e aiutare anche le realtà più deboli. In passato la politica ha pensato che lo sviluppo fosse altrove, invece è qui che si conservano le potenzialità». L'assessore Ricci ha poi fatto un passaggio sul marchio di qualità per il fiordilatte pontino. «Stiamo lavorando in questa direzione ben venga il marchio dop, ben vengano realtà come la Cuomo che lavorano per la qualità e per il rispetto dell’ambiente. Vostro padre Giuseppe - ha detto rivolgendosi a Giovanna e Laura - sarebbe orgogliosa di voi, che tutelate le tradizioni guardando al futuro». Anche il Comune di Aprilia, che dal 2004 anni ospita lo stabilimento della

Una storia lunga 105 anni che oggi conta 45 dipendenti, 4 linee di filatura, un'area da 33 mila metri quadrati



Cuomo, ha reso gli omaggi alla famiglia per i 105 anni di attività. «L’azienda Cuomo aderisce ad Aprilia in Latium – afferma l’assessore alle Attività Produttive, Vittorio Marchitti - dialoga con l’amministrazione nell’ambito della nostra filiera. In un mondo produttivo troppo spesso regolato dai principi dell’alta finanza senza il rispetto per i territori locali, la Cuomo rappresenta ancora una realtà imprenditoriale di famiglia, che negli anni ha investito sul territorio in termini ambientali e di ecosostenibilità ed oggi partecipa al nostro progetto di riqualificazione della zona industriale».
Ma ai festeggiamenti hanno partecipato anche gli amministratori di Sermoneta che dal 1947 al 2004 ha ospitato l’azienda, vedendola crescere ed espandersi. «Questa famiglia - spiega il vice sindaco Giuseppina Giovannoli, presente all’incontro insieme all’assessore Antonio Di Lenola - ha lasciato un segno importante nella nostra comunità, un segno tangibile ancora oggi visto che continuano le collaborazioni tra il Comune e l’azienda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400