Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




0

La stagione dei roghi boschivi è iniziata in anticipo

Fondi

Si teme un'altra estate di fuoco. Intanto chieste contromisure urgenti

Il ricordo delle devastazioni ambientali della scorsa estate è ancora vivo. Ettari di vegetazione andati in fumo, incendi all’ordine del giorno, danni incalcolabili sulle colline di Fondi. Quest’anno la stagione dei roghi è già cominciata con un inquietante anticipo. Lunedì sera il fuoco è tornato a distruggere con tutta la sua furia ettari di bosco in località Le Querce, in zona Castello, tenuto a bada dopo ore di lavoro dal gruppo di protezione civile dei “Falchi pronto intervento” del presidente Mario Marino, i vigili del fuoco del distaccamento di Terracina, a supporto anche con un’autobotte da Gaeta, il Corpo Forestale e altri gruppo di volontari. Quella che si avvicina, si teme, sarà un’estate calda anche sotto il punto di vista dell’emergenza incendi. L’anno scorso, a seguito dell’escalation di roghi, la politica si era interrogata sul da farsi. Erano state convocate riunioni e si erano presi impegni, anche di concerto con le forze dell’ordine. Di recente in prefettura a Latina si è svolta una riunione operativa. Anche i vigili del fuoco con il sindacato Confsal di recente erano tornati a chiedere il mantenimento delle squadre boschive, tra cui proprio quella di Fondi. Ma ora, con un certo anticipo, il problema torna di attualità. Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle Appio Antonelli ha chiesto che venga convocata quanto prima una commissione ambiente per discutere della questione in tempi stretti per studiare una strategia di prevenzione e repressione del fenomeno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400