Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




0

FOTO - Rabbia Maietta: "Impossibile non vedere"

Serie B

Prima negli spogliatoi a caricare la squadra, poi in campo a soffrire. Le partite, in casa e fuori, di uno dei due presidenti, Pasquale Maietta, sembrano un po’ tutte uguali, ma quella di ieri, al di là del blasone e dell’importanza che un derby può racchiudere, ha lasciato davvero molto amaro in bocca ad uno dei due patron nerazzurri.
«E’ assurdo non vedere certi rigori - ha spiegato a fine gara Maietta - E dire che l’arbitro era vicinissimo ad Acosty quando ha calciato: mi chiedo come ha fatto a non vedere un fallo di mani nettissimo. Un episodio, questo, che avrebbe potuto cambiare il corso del match, farlo pendere dalla nostra parte, anche perchè in quel momento, avevamo messo in difficoltà il Frosinone e con Acosty, in questa occasione e successivamente con Dellafiore, eravamo andati vicini al gol. Poi è arrivato il primo gol di Dionisi e succesivamente il secondo. Due tiri in porta che hanno spianato al Frosinone la strada della vittoria. Peccato - ha proseguito Maietta - perchè la squadra si è giocata alla pari questa sfida, uscendo dal campo, a mio avviso, immeritatamente sconfitta e a testa alta. Ora, però, dobbiamo soltanto pensare a ripartire, perchè certe sconfitte, possono anche lasciare il segno».
Aveva poca voglia di parlare, ieri sera, uno dei due massimi dirigenti del club nerazzurro. Di ritorno in pullman con la squadra, Maietta ha preferito, poi, glissare sull’episodio del calcio di rigore, oseremo dire clamoroso, non concesso al Latina, quando la partita era sullo 0-0. Un rigore, lo ripetiamo, che avrebbe anche potuto cambiare il corso del match e mettere su binari favorevoli ai nerazzurri il match del “Matusa”.
«Tutto vero ed è anche e soprattutto per questo che sono amareggiato. Abbiamo fatto delle rimostranze - ha spiegato lo stesso Maietta - Ci siamo, insomma, fatti sentire, ma adesso è opportuno concentrarci sul campionato e sulla prossima sfida interna con il Benevento, anche se non vorrei tornare a rivivere le situazioni che si sono venute a creare nella passata stagione, quando tanti, troppi episodi contro, ci hanno portato ad avere l’acqua alla gola e a trovare la salvezza soltanto nell’ultima giornata di campionato a Pescara».
La chiacchierata con Pasquale Maietta, ieri sera, si è conclusa qui. Il presidente ha voluto trincerarsi dietro il silenzio, consapevole e al tempo stesso amareggiato, per aver perso un derby di misura e in maniera immeritata.
L’episodio del clamoroso rigore non concesso, ha finito per amareggiare di più il massimo dirigente e tutto il suo staff presente a Frosinone. Perchè un episodio del genere, sullo 0-0, avrebbe potuto contribuire a cambiare volto alla partita del Latina. E, invece, alla fine sono arrivate le due fiammate di Dionisi, che hanno finito per regalare al Frosinone il terzo derby consecutivo per quanto concerne il campionato di B.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400