Questa mattina, la città di Nettuno si è svegliata con la foce del Fosso Loricina, nei pressi del Santuario di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti, invasa dalla schiuma.

Una sostanza color avorio, di provenienza e fattezze al momento ignote, stanziava nell'ultimo punto del fiume, con il mare che, pian piano, la toglieva dalla foce per farla depositare lungo la spiaggia.

Oltre alla sostanza schiumogena, non mancavano tantissimi rifiuti (spiccavano bottiglie di metallo e grossi pezzi di legno) ma anche i resti dei canneti strappati dal fosso durante il suo corso.