Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




0

Botte e spari per la rapina al portavalori

Latina

Ha studiato i suoi movimenti per giorni, poi ha aspettato la sera in cui i negozi avrebbero fatto registrare gli incassi maggiori ed è entrato in azione. Ma non è stato un gioco da ragazzi, per il rapinatore entrato in azione ieri sera in via San Carlo da Sezze, togliere i soldi dalle mani della guardia giurata che stava prestando servizio di portavalori.
Il piano del bandito solitario è scattato intorno alle 21 quando un vigilantes dell’istituto privato Polspazio si è fermato davanti alla banca Unipol di via San Carlo da Sezze che si trova proprio di fronte al supermercato Orvel, l’ultima delle due grandi attività commerciali dove aveva prelevato i soldi. Quando la guardia giurata è scesa dalla Fiat Panda di servizio con i sacchetti pieni di soldi era tutto in ordine, così si è avvicinata allo sportello automatico per versare i contanti alla cassa continua. Ma ha fatto appena in tempo a poggiare uno dei sacchetti che un uomo, con il volto coperto dal passamontagna e un coltello a serramanico in pugno, gli ha intimato di consegnare il malloppo.
La guardia giurata ha provato a sottrarsi alla mira del bandito spingendolo contro una delle colonne del porticato, ma il rapinatore gli ha dato una gomitata, ha arraffato il sacchetto pieno di soldi ed è scappato verso via Giulio Cesare. Il vigilante si è rialzato e si è messo all’inseguimento del fuggitivo sparando anche tre colpi di pistola che però non sono bastati per intimorire il rapinatore: lo sconosciuto ha approfittato del vantaggio guadagnato per dileguarsi a piedi in direzione di Campo Boario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400