Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




0

Nuovi arresti per l'agguato al Circeo, tra le prove anche il "racconto" della videosorveglianza (la gallery)

San Felice Circeo - Latina

Com'è noto, proprio nelle ultime ore gli investigatori della Squadra Mobile hanno chiuso il cerchio sul ferimento a colpi di pistola del 47enne Roberto Guizzon e suo nipote di 29 anni Alessio Guizzon sul lungomare di San Felice Circeo lo scorso 6 marzo: domenica gli uomini del vice questore aggiunto Antonio Galante hanno eseguito infatti tre ordinanze di custodia cautelare firmate dal giudice per le indagini preliminari Mara Mattioli su richiesta del sostituto procuratore Gregorio Capasso a carico dei complici di Alessandro Zof - il 32enne attualmente detenuto con l’accusa di duplice tentato omicidio - che a vario titolo lo hanno aiutato a sottrarsi alla cattura per una settimana e hanno cercato di depistare le indagini della polizia. In carcere è finito il 46enne Lello Gallo che era presente alla lite nel bagno dell’American Bar dalla quale era scaturita la vendetta di piombo, quindi lo aveva accompagnato a Latina a prendere la pistola calibro 9x21 prima di riportarlo al Circeo. Ai domiciliari sono finiti invece Paolo Di Martino, napoletano di 33 anni, che ha ospitato Zof durante la sua latitanza, e il 26enne Emanuele Scaglione che lo ha materialmente accompagnato in Campania. Molti ggli elementi raccolti dagli inquirenti e tra questi ci sono anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell'American Bar che riportiamo in una gallery. Tre gli scatti determinanti:

ore 1:19 - Guizzon entra in bagno: Stando alle testimonianze raccolte dalla polizia, la vendetta sarebbe maturata dopo una lite nei bagni dell’American Bar: il primo ad entrare è Roberto Guizzon con un amico.

ore 1:21 - nel bagno entrano Zof e Gallo: Due minuti dopo in bagno entrano anche Alessandro Zof e Lello Gallo insieme a due ragazze che fanno parte della loro comitiva.

ore 1:22 nel bagno entra De Cupis: Pochi secondi dopo in bagno entra l’altra vittima, Alessio De Cupis, insieme alla fidanzata. Dopo di loro entra anche Fabio Zof, fratello di Alessandro, con un amico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400