Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




0

[FOTO] Terrorizza una donna e ruba un'auto. Ma viene arrestato mentre mangia a Old Wild West

Latina

Attimi di puro terrore per una giovane ragazza di Latina a causa del gesto sconsiderato di un folle che è stato prontamente arrestato grazie al lavoro congiunto di polizia e carabinieri. Si tratta di Stefano Mastantuono, individuo violento che si fa chiamare il "bomber" di Frosinone, città dove risiede. Il tutto è cominciato alle 20:15 circa, quando al 113 della Questura arrivano segnalazioni di un individuo violento che si trovava all’interno del campo da basket adiacente lo stadio “Francioni” e successivamente segnalazioni di persone che udivano grida femminili di aiuto. Immediatamente la volante della Polizia si è precipitata sul posto e ha trovato una ragazza visibilmente sconvolta. La ragazza spiegava ai poliziotti che pochi istanti prima mentre si trovava sola all’interno dell’autovettura di un suo amico, allontanatosi per pochi istanti all’interno del campo da basket, notava un giovane che con fare sospetto si aggirava intorno all’autovettura. Lo stesso dopo essersi guardato attorno, improvvisamente entrava nell’auto lato guida e dopo aver urlato contro la giovane vittima la minacciava dicendole “ora scendi o ti porto via con me”. In pochi secondi l’uomo spingeva la giovane contro lo sportello del veicolo e la costringeva a scendere scappando via all’impazzata. Dopo aver raccolto le descrizioni dell’uomo ne venivano immediatamente diramate le ricerche a tutte le pattuglie di Polizia e Carabinieri presenti mentre arrivavano alter segnalazioni al 113 di una macchina che si era lanciata a folle velocità per le vie cittadine.
Pochi minuti dopo il folle rapinatore, identificato poi per Stefano Mastantuono, veniva rintracciato dalla pattuglia in moto della Volante all'interno della steak house "Old Wild West" dove aveva deciso di fermarsi per mangiare. Polizia e Carabinieri notavano infatti la macchina rubata nascosta dietro al parcheggio del locale e all’interno del ristorante il Mastantuono che cercava di nascondersi tra gli avventori dopo essersi cambiato d’abito ed aver indossato i pantaloni da mare di colore arancione che aveva trovato in macchina. Il malvivente veniva sottoposto ai rilievi foto-dattiloscopici e successivamente associato alle camere di sicurezza della Questura di Latina in attesa del processo per direttissima previsto per la mattinata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400