Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




0

Ricevette una grazia da San Massimo Martire, la storia dell'ex voto di un soldato

Dalla Prima Guerra Mondiale

La scoperta è stata casuale. Ma l’esito, fortunatamente, sarà positivo. A novembre, in occasione della Festa delle Forze Armate, sarà presentato a Roccasecca dei Volsci il restauro di un ex voto, per una grazia ricevuta da San Massimo Martire di Roma durante la Prima Guerra Mondiale. Ad affermarlo è l’assessore alla Cultura del piccolo centro collinare ausono, Giuseppe Papi. Il quale precisa che “il miracolato è il Tenente Lorenzo Garavini, combattente sul fronte alpino, la cui famiglia, agli inizi del '900, aveva la propria residenza a Roccasecca dei Volsci”. Il quadro, che rappresenta l’ex voto, negli anni tra il 1950 il 1960, era posto nella sede comunale. Poi, per un certo periodo, sarebbe stato custodito in chiesa. Successivamente – racconta l’assessore alla Cultura - era sparito e recentemente è ricomparso “grazie ad un nostro concittadino che lo ha ritrovato in una discarica”. Ma tutta la vicenda, nei suoi aspetti storici, artistici e religiosi – assicura Papi - verranno esposti durante la cerimonia della Festa delle Forze armate di novembre. Perché, giustamente, si tratta di una pagina “della nostra storia comunitaria che deve essere recuperata”. Ma come si è arrivati al recupero del quadro rappresentante l’ex voto? “Un giorno – racconta Giuseppe Papi - nelle scuole di Via Roma, in qualità di assessore alla Cultura, parlavo ai bambini della prima guerra mondiale, sottolineando come scene della Grande Guerra fossero state immortalate da grandi pittori”. A quel punto, un nonno, Pino Bove, gli segnalò di aver ritrovato tanti anni fa, durante una delle sue solite passeggiate in montagna, un quadro in quella che una volta era la discarica del paese. E così si scopre che quel quadro prima stava in Comune, poi in chiesa e successivamente – non si sa come - è finito in discarica. Il quadro, ovviamente, è rovinato. Però, vi si legge una data: 13 agosto 1915. Ed anche due nomi di città Terni e Torcigliano o Torcignano. Ma queste due ultime località sarebbero frazioni del Comune di Camaiore in provincia di Lucca. Potrebbero essere i luoghi di nascita e di morte del Tenente Lorenzo Garavini. Se ne saprà di più a restauro ultimato. Intanto, molte persone, a Roccasecca dei Volsci, ricordano che la famiglia Garavini, pur non essendo originaria di Roccasecca dei Volsci, vi ha abitato, perché sembrerebbe che il papà del Tenente Lorenzo avrebbe lavorato nel locale ufficio postale. Il quadro – ex voto rappresenterebbe il fronte alpino, a giudicare dal paesaggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400