Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




0

Quando lo sport fa la differenza, Sabaudia ha corso con la Myth Race (foto e video)

I dettagli

Hanno corso, si sono arrampicati su muri, piramidi, hanno spostato pneumatici e tronchi 9 chilometri, tutto per la “Myth Race”. Circa 300 atleti provenienti da tutta Italia hanno raggiunto ieri Sabaudia per la competizione nel segno del mito di Ulisse a due passi dai luoghi narrati nell'Odissea e che hanno accolto la race.  I ragazzi della Aps Attiva di Sabaudia, promotori dell'evento hanno lavorato tantissimo insieme a molti volontari. Hanno montato tutto da soli, cercato gli sponsor, per organizzare a Sabaudia la Myth Race un evento senza precedenti in provincia di Latina e non solo. Bravissimi.  Per non contare il fatto che nonostante la pioggia e l'estate finita, in città sono arrivate molte persone segno che lo sport è sempre una risorsa. Oltre al percorso da 9 chilometri è stato organizzato anche un campo base da dove è partita una speciale competizione dedicata ai più piccoli. Ad aggiudicarsi la vittoria un atleta di Larina, Marco D'Ercole che in 33 minuti circa ha fatto tutto il percorso con ostacoli. Una volata. La prima edizione della “Myth Race” è quindi stata organizzata a Sabaudia  grazie all’organizzazione dell’associazione Attiva. Un’idea nata da alcuni ragazzi appassionati di running, fitness e sport in generale. La “Myth Race” abbraccia tutto questo. La gara di Sabaudia è stata unica nel suo genere e può essere riassunta come una gara campestre ad ostacoli che si è sviluppata lungo due percorsi,  è stata la prima nella provincia di Latina e in Italia ad includere un percorso ad ostacoli urbano. Grazie alla sua splendida architettura razionalista e alla meravigliosa cornice naturalistica del Parco Nazionale del Circeo, Sabaudia si è prestata perfettamente come arena di questo importante evento. Una seconda importante differenza con le altre gare sportive è che la Myth Race, non si è limitata alla sola attività sportiva, ma ha avuto anche una importante funzione educativa.  Presente durante l'evento un gazebo gestito dal reparto "Attiva ambiente" che si è occupato della promozione e sensibilizzazione ambientale del territorio. Si aspetta quindi la prossima edizione e chissà che gli organizzatori non abbiano qualche aiuto in più visto che si parla tanto di giovani e di iniziative che spesso dovrebbero essere più appoggiate, gli ostacoli che piacciono sono solo quelli della Myth Race. E quindi appuntamento al prossimo anno.

(nella gallery foto Latina Oggi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400