Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




0

Scomparsa Michele Forte, camera ardente in aula consiliare

Formia

La camera ardente per l'ultimo saluto al senatore Michele Forte è stata allestita nella sala Ribaud del palazzo comunale di Formia. Il feretro è arrivato poco fa, ad accoglierlo il sindaco Sandro Bartolomeo. I funerali si svolgeranno domani pomeriggio alle 15,30 nella chiesa di don Bosco a Formia. Michele Forte, 78 anni, è scomparso questa notte in seguito a un infarto che lo ha stroncato mentre era in casa. 

Ha svolto la sua attività politica a partire dalla fine degli anni settanta nelle file della Democrazia Cristiana. Dopo la dissoluzione del partito, ha partecipato nel 1994 alla fondazione del Centro Cristiano Democratico, per il quale ha rivestito la carica di segretario provinciale. Dal 2002 è passato all'UDC, del quale è stato ancora segretario provinciale e membro del consiglio direttivo. È stato eletto consigliere comunale nel comune di Formia, dove è stato a più riprese assessore e dal 1985 al 1992 sindaco. È stato rieletto sindaco dello stesso comune nel 2008, carica ricoperta fino a fino a giugno 2013. Nel 1995 è stato eletto consigliere provinciale presso la provincia di Latina. A partire dal 2001 è stato eletto senatore (XIV e XV legislatura) ed è stato in tale ambito vicepresidente della commissione bilancio. Durante la XIV legislatura ha ricoperto i seguenti incarichi nel Gruppo CCD-CDU Biancofiore: membro della 8ª commissione permanente (lavori pubblici, comunicazioni) e membro e segretario della commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche" e della commissione parlamentare per le questioni regionali. Durante la XIV legislatura ha ricoperto i seguenti incarichi nel Gruppo Unione dei Democratici cristiani e di Centro (UDC): vice presidente della 5ª commissione permanente (bilancio).  È stato Presidente del Consiglio della provincia di Latina, dal 1999 al 2014. Rieletto Consigliere provinciale nell'ottobre del 2014.

Tanti i messaggi di condoglianze arrivati in queste prime ore. Il presidente della Provincia Eleonora Della Penna dice: "La scomparsa di Michele Forte è per noi motivo di cordoglio e anche ragione di riflessione. Oggi, di fatto, finisce un'epoca che ha visto il senatore Forte tra i protagonisti indiscussi della scena politica provinciale sin dagli anni della Prima Repubblica. Un'onda lunga, lunghissima, che lo ha portato fino ai giorni nostri e che ha saputo mantenere viva, potente, con una forza di volontà che ho sempre considerato straordinaria. Michele Forte non era un politico ordinario, la sua straordinarietà stava nel fatto di sapere interpretare la politica, i fatti che accadono intorno ad essa e costruire, ogni volta, un percorso capace di raccogliere consensi e dare rappresentatività alle iniziative di partiti che lo hanno visto leader indiscusso in ambito provinciale. Ho avuto modo di parlare con lui e con il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo proprio martedì scorso, subito dopo il Consiglio provinciale. La sua caparbietà lo portava spesso a sollecitarmi, nella veste di presidente ma anche di sindaco di Cisterna, per la risoluzione dei più disparati problemi della sua città ma anche della nostra provincia. Mancherà il suo spirito combattivo, mancheranno i suoi rimproveri, mancherà sentire la sua voce lungo i corridoi durante gli incontri infiniti che teneva, puntualmente, nella sua stanza in via Costa. Mancherà la sua forza e il suo sarcasmo. Mancherà anche a chi forse, pur non avendo vissuto direttamente il suo percorso politico, ha imparato ad apprezzarne l'entusiasmo e la forza di volontà che solo un politico di razza come lui poteva vantare".

Anche l'Udc nazionale ha fatto giungere una propria nota.  “Mancherà a tutti noi Michele Forte, un vero amico prima ancora di un grande riferimento politico. Da sindaco come da parlamentare della Repubblica, si è sempre speso con determinazione per le istanze del suo territorio, quello pontino. All’impegno per la sua terra ha dedicato tutta la vita politica e il percorso umano. Il nostro abbraccio affettuoso e il cordoglio più sincero va in questo momento alla sua famiglia, al figlio Aldo, a chi lo ha amato ed apprezzato”. Cosi in una nota Gianpiero D’Alia, Presidente Udc e deputato di Area Popolare.

Da Forza Italia interviene il coordinatore provinciale Giuseppe Di Rubbo. "È con profondo dolore che abbiamo appreso della scomparsa improvvisa del Senatore Michele Forte. Una grave perdita per la politica provinciale e nazionale. Del Senatore Forte abbiamo sempre apprezzato l'impegno e la grande passione politica. Una figura, la sua che ha sempre saputo portare equilibrio nel dibattito anche quando i toni si facevano più accesi. Oggi la sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile. Alla sua famiglia e a tutti i suoi cari esprimo a nome personale e del partito provinciale il cordoglio più sincero".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400