Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




0

Naufragio del Rosinella, ritrovati i resti del comandante Oliviero

Il recupero del relitto

Le operazioni per il recupero del peschereccio Rosinella sono state ultimate ieri sera. Dopo un primo controllo pareva che il corpo del comandante Giulio Oliviero non fosse a bordo del relitto. Ma oggi, dopo una seconda ispezione la situazione è radicalmente cambiata ed ai familiari è stata data la notizia del ritrovamento della salma. Le operazioni di recupero del relitto sono state eseguite da una ditta privata incaricata dalla famiglia del comandante, che per l’operazione ha ottenuto un finanziamento della Regione Campania: uno stanziamento di 73mila euro. Il natante era stato poi trasportato da un moto pontone fino al porto commerciale di Gaeta, dove è giunto intorno alle 22 di ieri. Passo dopo passo la Guardia Costiera ha seguito il recupero fino a quando il relitto non è stato trasportato presso il porto di Gaeta. Il personale della Guardia Costiera ha quindi effettuato una nuova ispezione e nel gavone sono stati rinvenuti i resti del comandante Giulio Oliviero - 44 anni, originario di Ercolano ma trasferitosi a Formia. Sul posto anche il medico legale. Gli accertamenti per stabilire le cause che hanno portato all'affondamento del peschereccio sono comunque ancora in corso. Dai primi rilievi sembra che sullo scafo non siano stati riscontrati segni di eventuali impatti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400