Dopo la riparazione del guasto nei giorni scorsi, la tubazione della rete idrica che scorre sotto l’asfalto si è danneggiata nuovamente e il flusso d’acqua ha provocato una pozza che, nel giro di una notte, si è trasformata in uno strato molto spesso di ghiaccio. È la sorpresa che hanno trovato ieri mattina i residenti di via Frescobaldi, nel quartiere Nascosa, una strada che resterà chiusa per impraticabilità fino a quando il ghiaccio non sarà del tutto sciolto.
Le gelate invernali non sono mai state un problema nel capoluogo pontino che ha sempre potuto beneficiare di un clima mite. Insomma, il Comune si è trovato impreparato di fronte a un problema che in passato non era mai stato affrontato in questi termini. Si è trattato, del resto, di un vero e proprio imprevisto dato che la strada era letteralmente sommersa dall’acqua, fuoriuscita dalla rete idrica cittadina a causa di un guasto improvviso.
Tra una lastra di ghiaccio e l’altra, in via Gerolamo Frescobaldi, sono ancora visibili i segni di una recente riparazione: al posto dell’asfalto in quel punto c’è ancora la ghiaia che gli operai hanno utilizzato per coprire la buca. Non è chiaro se la perdita si sia verificata nello stesso punto dove è intervenuta la squadra del pronto intervento, una delle ditte che gestiscono l’appalto delle riparazioni per il gestore del servizio idrico Acqualatina. Sta di fatto che il gelo è stato più veloce degli operai: la nuova riparazione ha tardato ad arrivare e la pozza d’acqua si è trasformata ieri notte in un piccolo lago di ghiaccio.
Dopo la segnalazione dei residenti, ieri mattina è intervenuta la Polizia Locale che ha subito interdetto il tratto di strada ricoperto di ghiaccio per evitare spiacevoli incidenti. Gli agenti hanno piazzato le transenne per interdire alla viabilità il tratto di via Frescobaldi compreso tra gli incroci con via Domenico Mazzocchi e via Luca Marenzio.
Per le contromisure del caso sono intervenuti i volontari della protezione civile, ma è stato impossibile risolvere il problema in tempi rapidi: a colpi di piccone hanno tentato di rimuovere il ghiaccio, ma hanno potuto solo assottigliare la lastra nei punti dove era più spessa. È stato poi sparso il sale, ma non è bastato: ieri sera le temperature sono tornate a scendere ancora e il ghiaccio è tornato a consolidarsi anche dove aveva iniziato a sciogliersi.

Disagi anche a Fondi dove si è formato il ghiaccio sulle serre, molti i danni alle coltivazioni.