Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




0

Quando il ricordo e lo sport uniscono, tutti in campo per il Memorial Alessandro Danese

Sabaudia

E’ stata una serata bellissima quella di lunedì a Sant’Isidoro dove tanti bambini sono scesi in campo per il Memorial ad Alessandro Danese, scomparso 10 anni fa a soli 17 anni dopo essere stato travolto da un’auto. Una serata da trascorrere insieme ai genitori di Alessandro, Stefania e Claudio proprio accanto la chiesa di Sant’Isidoro. A disputare il torneo di calcetto giunto alla sua 11esima edizione 3 squadre rispettivamente di Borgo Montenero, Sonnino e Sabaudia. Ad aggiudicarsi il memorial è stata la squadra del Sabaudia. Ad assistere al torneo anche i rappresentanti dell’Aido di Sabaudia. Quando Alessandro perse la vita i suoi organi furono donati. Grazie a lui altre persone hanno ritrovato la vita e due di queste un uomo di San Severo di Puglia ed un ragazzo di Monterotondo, che poi hanno contattato la famiglia. I genitori di Alessandro, lo ricordiamo, hanno lanciato un appello per trovare anche le altre persone che hanno ricevuto gli organi che furono trasportati rispettivamente alle Molinette a Torino e al Gemelli a Roma. Una cosa è certa. Nella competizione di lunedì hanno vinto lo sport ma soprattutto il ricordo di Alessandro, un ragazzo eccezionale, attorno al quale si è creato un appuntamento così sentito nato grazie all’impegno dei genitori Claudio e Stefania che lunedì hanno consegnato i premi ai partecipanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400