Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




0

"Jurassic Park" sui Lepini

Sezze

La Regione Lazio ha indicato l’ex cava Petrianni come Monumento Naturale. L’area custodisce le storiche impronte dei dinosauri. Ora si spera nell’indotto turistico

Sezze avrà, insieme a Sermoneta, uno dei prossimi 5 monumenti naturali individuati dall’assessore regionale all’Ambiente, Mauro Buschini, che ha proposto l’istituzione di cinque nuovi monumenti naturali del Lazio. Si tratta, nello specifico, delle ‘Superfici calcaree con impronte di dinosauri’ presso il sito ex cava Petrianni a Sezze, dell’area sorgiva del Monticchio a Sermoneta, della scogliera cretacica fossile di Rocca di Cave, l’area limitrofa a Civita di Bagnoregio denominata ‘Balza di Seppie’ nel comune di Lubriano e i laghetti Semblera a Monterotondo. Su proposta dell'assessore regionale, l'ex Cava Petrianni (area ai piedi di Sezze, nel primo tratto delle Coste) rientra tra le proposte per far parte dei Monumenti Naturali della Regione Lazio, grazie alla presenza di superfici calcaree con impronte di dinosauri. La scoperta delle impronte di dinosauro è avvenuta a Sezze Scalo, in una cava di calcare, nel 2003. I geologi Daniele Raponi e Gaspare Morgante, su incarico della XIII Comunità Montana dei Monti Lepini ed Ausoni finalizzato a ricercare tracce fossili di dinosauri, in collaborazione con Fabio Marco Dalla Vecchia, paleoicnologo, individuarono delle strane tracce presenti su una superficie della stessa cava.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (27 febbraio 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400