Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




0

Nardi rincuora tutti sulle sue condizioni e si diverte sul Nanga Parbat

Gli aggiornamenti

Sorride divertito e si svaga scivolando sulla neve fresca sopra uno slittino. Sono immagini che fanno ben sperare quelle che  Daniele Nardi ha regalato ai suoi sostenitori dalle vette del Pakistan, dal Campo 1 del Nanga Parbat, quella montagna maledette che mai nessuno è riuscito a scalare d'inverno. L'esperto alpinista di Sezze rincuora i famigliari e amici: il peggio è passato dopo la pericolosa caduta dalle rocce della via Kinshofer, quella che quattro giorni fa avrebbe dovuto portare Nardi a oltre 6000 metri, verso il Campo base numero 2, secondo step verso la vetta. La rottura delle corde, il "volo" di 15 metri, una botta per fortuna senza conseguenze e la ridiscesa in notturna a Campo 1 sono ricordi ormai lasciati alle spalle: "L'Alpinismo è divertimento seppure facciamo qualcosa di rischioso e duro! Anche se siamo preparatissimi qualche imprevisto può capitare. L'importante è il morale. Io lo tiro su così, mentre il brutto tempo imperversa, in alcuni angoli il sole fa capolino. Se ieri sono caduto, oggi scivolo...che è meglio per recuperare le energie! Grazie per tutto l'affetto che mi avete mandato, giuro che si è sentito!!!", questo il messaggio postato ieri sul suo profilo Facebook.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400