Scuole, professionisti, la magia del palcoscenico per navigare come su una zattera nelle avventurose acque del teatro, per un mare di emozioni.  Sono partiti il 16 Maggio gli spettacoli finali della XXIX Edizione del Progetto “La Zattera del Teatro” promosso dal Teatro Bertolt Brecht all’interno del Progetto Officine Culturali della Regione Lazio e del riconoscimento del Mibact. Fino all’ 8 Giugno in scena gli allievi di tutti i laboratori di teatro nelle scuole del territorio  e non solo con il coinvolgimento di più di 1200 ragazzi e 14 operatori professionisti tra attori, registi, musicisti, scenografi ed illustratori.  Dopo il successo del 16 e del  17 maggio per i ragazzi del plesso di Rialto dell’ IC. D. Alighieri, il 18 maggio sarà la volta del plesso di Penitro dell’ IC. V. Pollione di Formia, il 19 e 20 dell’IC G. Carducci di Gaeta, il 21 dell’I.I.S. E. Fermi di Formia. Dal 23 al 27 Maggio, invece, un’intera settimana di spettacoli con protagonisti i ragazzi dell’IC Itri con un originale lavoro sul brigantaggio. Il 30 ed il 31 si continua con il plesso Virgilio dell’IC G.Carducci di Gaeta e l’IC Cellole, il 3 giugno con le scuole materne del plesso Virgilio. Si concluderà il 6, il 7 e l’8 Giugno con l’IC. P. Mattej. Una "macchina" operosa, decine di costumi, oggetti di scena, scenografie per una vera e propria fabbrica di sogni.  "Dai miti classici -afferma il direttore artistico Maurizio Stammati - alle fiabe della tradizione, dall’universo ai briganti, dalle antiche leggende a quelle non ancora raccontate: infinite storie possibili fanno da sfondo al progetto che fa del teatro non un momento di esibizione ma uno strumento pedagogico e formativo fondamentale. Un progetto importante arrivato alla XXIX edizione che è il nodo fondamentale della filosofia del Teatro Bertolt Brecht che da 40 anni fa, e non solo porta, il teatro nelle scuole". Una zattera di professionisti, bambini, ragazzi, adolescenti, operatori, docenti, genitori, dirigenti scolastici continua a viaggiare perché "le avventure accadono a chi le sa raccontare".