Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




0

Il Festival delle Emozioni prende il largo

Terracina

Partita l'iniziativa culturale nel cuore del centro storico. Tra gli ospiti la professoressa Maria Rita Parsi, membro del Comitato Onu per i diritti del fanciulli e domani e il generale Luciano Garofano con il seminario “Il ruolo della prova scientifica e delle emozioni nell’accertamento della verità”

Ha preso il largo il Festival delle Emozioni, partito ieri in piazza Santa Domitilla. La manifestazione ideata dal professor Giuseppe Musilli e organizzato dal Consorzio Terracina d'Amare, è alla sua seconda edizione e punta a mettere in relazione le emozioni con i più disparati aspetti della vita. 

Domani 14 maggio ci sarà un importante appuntamento con il generale Luciano Garofano, che a partire dalle 17.30 nella Sala del Vescovado di Piazza Municipio terrà il seminario “Il ruolo della prova scientifica e delle emozioni nell’accertamento della verità”, incursione nel mondo delle investigazioni e di chi le fa, mettendo appunto alla prova il proprio sentire.

La presentazione è stata comunque una conferma dell'interesse suscitato dal tema. Moltissimi i partecipanti, accorsi in piazza Santa Domitilla, in un clima amichevole e fresco, tanti i collaboratori che hanno lavorato per la buona riuscita della manifestazione, tanti ragazzi, studenti ed insegnanti dell’istituto ITS Arturo Bianchini, dell’Istituto Filosi, del Liceo Leonardo Da Vinci di Terracina ogni giorno daranno il loro supporto, attraverso interviste, foto, video ed interventi offrendoci il loro prezioso punto di vista sull’esperienza.

Una fresca serata primaverile, insomma, aperta con gli interventi degli organizzatori, del Commissario prefettizio Erminia Ocello e dell'assessore regionale alle Politiche sociali Rita Visini. Un esordio in cui si sono trattate tematiche importanti: il dolore e la tristezza, con un intervento di Don Luigi Verdi, che ha ricordato i sei più grandi difetti dell’uomo contemporaneo: l’irresponsabilità, la rabbia, ed il mutismo che si prova nel dolore. Sentimenti molto frequenti nel mondo degli adolescenti ai quali Don Luigi ha proposto un nuovo stile di vita, improntato alla ricerca della libertà, al confrontarsi con le proprie paure e praticare il perdono.

Pratica difficile, perché “fuori dagli schemi”, ma interessante quando si cominciano a vedere i propri cambiamenti interiori.

"Come ritiene Don Luigi un uomo è fatto di corpo anima e mente, le emozioni sono l’unico tramite che riesce a legare questi tre spiriti liberi, per questo è importante coltivare ed assaporare ogni singola emozione, così da stabilire un equilibrio interiore e placare il fuoco che ci attanaglia, si legge in un commento degli organizzatori. A concludere la serata ci ha pensato la Quizas Acoustic Band.

Il festival proseguirà fino al 15 maggio, e per seguire gli appuntamenti basta andare sul sito www.festivaldelleemozioni.it.

Per informazioni:

info@festivaldelleemozioni.it

info@terracinadamare.it

0773.727496

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400