Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




0

Corradini: “Ecco la Terracina a cui dobbiamo guardare”

Terracina

Il candidato di Forza Italia apre ufficialmente la campagna elettorale. Al Teatro Traiano presentate le liste e il programma

È iniziata ufficialmente la campagna elettorale di Gianluca Corradini e delle liste che lo sostengono nella sua candidatura a sindaco di Terracina. L’apertura si è tenuta ieri al Cinema Teatro Traiano, dove oltre 800 persone sono venute ad assistere alla presentazione ufficiale del candidato sindaco e degli aspiranti consiglieri comunali.  In sala e sul palco, anche il coordinatore provinciale di Forza Italia Giuseppe Di Rubbo, il consigliere regionale Pino Simeone, e il coordinatore regionale di Forza Italia, Senatore Claudio Fazzone.

Tutti hanno ricevuto una copia del programma che Gianluca Corradini intende realizzare per Terracina, e che a breve sarà disponibile online. In sala è stato proiettato un video che ha ben spiegato il progetto di Gianluca Corradini per Terracina. Al termine della proiezione il candidato ha preso la parola. “Amo la politica mi sono sempre impegnato per la nostra città, per Terracina, ma non vivo di politica – ha esordito Gianluca Corradini - Non vi nascondo che scegliere di candidarmi a sindaco non è stato facile, mi richiede ogni giorno dei sacrifici, ma sono sicuro che saranno ripagati perché́ so che possiamo farcela ad arrivare a governare questa città e perché́ sogno una città migliore per i miei figli e per i ragazzi di Terracina. Pensando a loro abbiamo scritto il nostro programma che si basa su formazione, lavoro e sviluppo economico. Questa è la Terracina a cui dobbiamo guardare insieme”.

Giuseppe Di Rubbo è tornato sulla fine dell’alleanza di centrodestra, ricordando quanto accaduto nelle amministrazioni di Giovanni Di Giorgi a Latina e di Nicola Procaccini a Terracina. E ha ribadito che per Forza Italia è arrivato il momento di governare: “Questa forza moderata deve tirare fuori le unghie: il popolo che Corradini rappresenta deve andare alla guida di questa città. Giochiamoci questa partita perché è un’occasione per cambiare la logica delle cose in questa provincia”.

Da Pino Simeone sono arrivati incoraggiamenti al candidato sindaco e un attacco alla Regione Lazio. “Il 5 giugno avremo una vittoria forte, chiara e meritata – ha dichiarato il consigliere regionale -. Gianluca è uno di noi. La Regione è la grande assente in questa città che ha sospeso e non annullato il provvedimento per la realizzazione dell’impianto di mitilicoltura. Sulla stazione è stato fatto come Ponzio Pilato: se ne sono lavati le mani. C’è bisogno inoltre di una grossa battaglia per l’offerta sanitaria: non è possibile non conoscere il futuro degli ospedali di Terracina e Fondi”.

Claudio Fazzone è stato autore di un lungo intervento incentrato sul programma per Terracina. “Corradini è il candidato migliore. Non deve cercare uno stipendio né un ritorno politico – così il coordinatore regionale di Forza Italia -. Ci tiene affinché Terracina torni una città grande, centro propulsivo economico della provincia”. Il Tempio di Giove, il porto, la pista ciclabile, ma anche progetti ambiziosi quale la realizzazione di una funicolare, e giudizi sulle passate amministrazioni: tutto questo è rientrato nel discorso di Claudio Fazzone. “Corradini è una persona umile – ha concluso il senatore di Forza Italia - che si sente uno di voi è che quando parla dice ‘noi’. Ecco, noi insieme dobbiamo lavorare per migliorare questa città”.

Agli interventi sono seguite la presentazione delle sette liste che sostengono la candidatura di Gianluca Corradini. Si sono alternati sul palco i candidati di Forza Italia, Gianluca Corradini Sindaco, Sì Cambia, Cittadini della Mia Terracina, Partito Repubblicano Italiano, Movimento Idea Terracina – Cuori Italiani, e Terracina Nostra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400