Caso estremo di anarchia nel centro storico alto di Terracina, noto alle cronache per un ordinario "liassèz faire" in tema di parcheggi e viabilità. Questa sera c'è chi si è spinto oltre, parcheggiando proprio davanti ad uno dei monumenti più suggestivi della città, il Capitolium di epoca romana, lasciando un biglietto sul vetro: "Sto al ristorante, per spostare la Panda non esitate a chiamarmi. Scusate il disturbo". Le foto arrivano da alcuni residenti, esasperati dal caos che non consente nemmeno di rientrare a casa a piedi. In questi giorni ci sono anche i saggi di danza in piazza Municipio, un vero e proprio ingorgo.

La cosa davvero incredibile, però, è che un divieto di sosta palese viene interpretato niente più che come un disturbo, risolvibile con una chiamata. Ma questo è solo il caso estremo. In mezzo a un ordinario che non dovrebbe sdegnare di meno. Tutte le altre auto e gli scooter parcheggiati bellamente sul corso. Di questo periodo dovrebbe esserci l'isola pedonale. Ma chi se la ricorda? Parcheggiate pure, dunque. Ah, se poi avete qualche problema... non esitate a chiamare.