Dubbi e spese ingiustificate sul servizio di videosorveglianza in città, il caso finisce in commissione Trasparenza. I consiglieri del centrodestra, dopo la denuncia di Vincenzo La Pegna (Aprilia Valore Comune), hanno protocollato una richiesta di convocazione della commissione, al fine di esaminare gli atti e le carte relative all'affidamento del progetto. "Vogliamo avere - spiega La Pegna - delle spiegazioni sulle postazioni delle telecamere, sulle fatture e sulla documentazione fiscale". Per il consigliere, infatti, il costo di 600 mila euro è sproporzionato al servizio offerto. La seduta dovrà essere convocata entro 15 giorni.