Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




comune aprilia

Il Comune di Aprilia

0

Lotta all'evasione fiscale per abbassare le tasse, l'accordo con i sindacati

Aprilia

Più controlli per stanare i furbetti dell'evasione fiscale e con le somme recuperate, abbassare le tasse. In questo senso si è attivato il Comune di Aprilia e si pensa già a migliorare la situazione delle casse dell'Ente per il 2017. 

L'amministrazione comunale di Aprilia ha sottoscritto un accordo con in sindacati. Motivo? Semplice, almeno a dirsi, l'obiettivo è quello di dare battaglia all'evasione per abbassare la pressione fiscale. Un accordo sul bilancio è stato sottoscritto nella giornata di ieri dal Sindaco Antonio Terra, dall’Assessore alle Finanze Roberto Mastrofini, dall’Assessore ai Servizi Sociali Eva Torselli, dai rappresentanti della Cgil Salvatore Piccoli e Rosa D’Emilio, dello Spi Cgil Restituta Rotondi e Raffaele D’Ettorre, dell’Fnp Cisl Antonina Giangirolami e dell’Uilp Uil Francesca Salvatore e Carlo Pezzoli.

“L’Amministrazione – ha spiegato l’Assessore Roberto Mastrofini in relazione alla manovra fiscale – prevede di lasciare inalterate per l’anno 2016 la attuali aliquote relative all’addizionale Irpef, Imu e Tasi tenendo conto della contrazione delle risorse a disposizione, in quanto anche quest’anno sia la Regione che lo Stato hanno tagliato i trasferimenti agli enti locali. Va tuttavia detto che l’obiettivo del 2016 è la lotta all’evasione totale della tariffa sui rifiuti e dell’imposta sulla casa, anche se già nel corso del 2015 l’Amministrazione ha dato importanti segnali in tal senso emettendo circa cinque milioni di euro di avvisi di accertamento. Analizzando gli intestatari di scheda anagrafica, i residenti ed i rispettivi componenti del nucleo familiare rispetto alle denunce Tarsu/Tares/Tari presenti nella banca dati, abbiamo riscontrato che alcuni componenti rispetto alla popolazione residente non sono denunciati. In particolare, se Aprilia conta di 72.850 residenti e confrontando con i 63.061 componenti denunciati Tari presenti nell’ultimo ruolo, si possono rilevare 9.789 componenti residenti non dichiarati (il 15,5%). Questo fa emergere un dato più significativo relativo all’evasione totale, ovvero mancanza di denuncia di alcune abitazioni, ed uno minore di evasione parziale, ovvero infedele denuncia. Pertanto, è intenzione dell’Amministrazione colpire queste casistiche; e discorso analogo va fatto per l’evasione Imu”.

Si guarda quindi al bilancio 2017 o meglio a quella manovra che consentirebbe di diminuire le tasse. Del resto, l’amministrazione, sottoscrivendo l’accordo con i sindacati, si è assunta l’impegno di rivedere per il 2017 le aliquote dell’addizionale Irpef abbassando quella relativa alla fascia di reddito più bassa (fino a 15 mila euro) dallo 0,6 allo 0,4 e quella della fascia da 15 a 28 mila euro dallo 0,7 allo 0,6.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400