Causa un rogo che arriva a mettere in pericolo il deposito di fusti pieni di sostanze chimiche pericolose, denunciata dalla Polizia locale una pensionata. Un incendio di vaste proporzioni ieri pomeriggio ha devastato i campi tra via Nettunense e via delle Valli. L’area, su cui peraltro insiste un deposito di fusti contenenti sostanze chimiche tossiche e pericolose, era stato già teatro di un altro devastante incendio l’anno scorso.
E ieri pomeriggio quando la puzza e l’alta colonna di fumo si sono levate da quella stessa zona, in città molti hanno temuto di rivivere le paure di un anno fa. Per fortuna il pronto intervento delle squadre dei vigili del fuoco e della Protezione civile ha evitato il peggio. Ma mentre si tentava di domare le fiamme, gli agenti della Polizia locale di Aprilia data la natura sospetta di questo incendio e il reale e grave rischio corso, hanno cercato di capire da dove si fossero sprigionate le fiamme. E così sono risaliti alla proprietà di una 70enne di Aprilia tra via dei Monti Lepini e via dei Monti Simbruini che, messa alle strette dagli agenti diretti dal responsabile del Settore Ecologia e Ambiente, il capitano Maurizio Doretto, ha ammesso di aver dato lei fuoco alle erbacce. A quel punto è scattata la denuncia per violazioni alle norme sulla prevenzione degli incendi boschivi.