Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Campoleone e Bellavista, via al restryling
0

Campoleone e Bellavista, via al restyling

Grazie al bando di riqualificazione nazionale

Progetto voluto dal Comune di Lanuvio

La rivoluzione in periferia potrebbe diventare realtà. Già, proprio così, e questo grazie al Comune di Lanuvio che, su proposta del sindaco Luigi Galieti e dell’assessore ai Lavori pubblici Andrea Volpi, ha scelto Campoleone e Bellavista come zone su cui intervenire previa partecipazione al “Bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”, emanato tramite decreto del presidente del Consiglio dei Ministri il 25 maggio. Un bando che chiama le città metropolitane e i comuni capoluogo di provincia ad elaborare delle proposte secondo diverse tipologie di azione: miglioramento e qualità del decoro urbano, manutenzione nonché riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche, potenziamento dei servizi, progetti di inclusione sociale e nuovi modelli di welfare. Perché proprio Campoleone e Bellavista? «Perché tale ambito - come spiegano dal Comune di Lanuvio - seppur dotato di una buona qualità edilizia, di collegamenti viari e ferroviari, di forti identità legate al paesaggio, è caratterizzato da una forte carenza di servizi, qualità urbana e sicurezza».
Con la deliberazione di Giunta comunale datata 11 agosto è stato dunque approvato il progetto “Officina delle idee, dei saperi e dei mestieri”, per un costo complessivo di 4.873.791,45 euro, che parteciperà al bando grazie al tramite della Città metropolitana di Roma capitale. Una proposta orientata alla valorizzazione delle risorse territoriali, delle vocazioni locali, dell’imprenditoria e dell’associazionismo e rivolta a tutte le fasce di età della popolazione, con un’attenzione particolare ai bambini, ai giovani e agli anziani. Tali obiettivi sono perseguiti, in conformità al bando, tramite la rifunzionalizzazione di immobili comunali esistenti, la messa a norma di locali, la messa in sicurezza di incroci e marciapiedi di collegamento viario, il completamento di progetti già precedentemente approvati ma carenti di risorse finanziarie.
Ecco dunque gli interventi, in tutto otto, del progetto “Officina delle idee, dei saperi e dei mestieri”: Officina culturale; Expo Arti e mestieri, nuove tecnologie - spazio bimbi e blocco servizi sportivi; Ristrutturazione ed efficientamento energetico del Centro Anziani; Parco urbano e spazi verdi; Riqualificazione parcheggi e messa in sicurezza marciapiedi; Completamento palestra Campus; Spazio multifunzionale ex palestra Rodari; Centro agricoltura DOP e Territorio. Giovani sulla propria terra - Nuova piazza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400