Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Rivoluzione senza tagli alla Multiservizi, il sindaco: alcuni dipendenti saranno trasferiti alla Progetto Ambiente

Il Giardino dei Sorrisi, uno degli edifici di proprietà della Multiservizi

0

Rivoluzione senza tagli alla Multiservizi, il sindaco: alcuni dipendenti saranno trasferiti alla Progetto Ambiente

A settembre le novità

La riorganizzazione della Multiservizi non comporterà il «sacrificio» dei dipendenti dell’azienda municipalizzata, la rassicurazione arriva dal sindaco Antonio Terra. A settembre la giunta voterà una delibera per ristrutturare l’Asam secondo i nuovi criteri dettati dalla riforma Madia: alcuni settori (l’ufficio Tributi che si occupa della Tari e i parchi e giardini) saranno trasferiti alla Progetto Ambiente, mentre il servizio parcheggi sarà privatizzato. Proprio quest’ultimo passaggio comporta qualche preoccupazione per il personale impiegato (parcheggiatori e ausiliari del traffico, ndr), ma il primo cittadino sottolinea che nessuno rischia il posto. «Non abbiamo intenzione di toccare i dipendenti che già abbiamo, ma semplicemente di trasferirli e riqualificarli, anche perché dobbiamo sostituire - commenta Terra - parte del personale che andrà in pensione. Sotto questo aspetto vogliamo tranquillizzare tutti».

Il piano della maggioranza è ridurre il numero dei lavoratori (e i costi di gestione) senza tagli, ma con un piano di pensionamenti che tra il 2016 e 2017 vedrà 17 persone lasciare la municipalizzata. Figure che saranno sostituite da altri dipendenti della Multiservizi, visto che il blocco delle assunzioni non permette grande spazio di manovra alla giunta Terra. Mentre le 20 assistenti sui bus scolastici, quando sarà assegnata la gara sui trasporti, verranno assegnate ad altre mansioni nella municipalizzata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400