Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Le due vittime
0

Elicottero precipita tra i kiwi
Morti due ex piloti dell’ Aeronautica

Aprilia - Lanuvio

Tragedia ieri mattina tra le campagne di Aprilia e Lanuvio. Un elicottero ultraleggero perde improvvisamente quota e si schianta al suolo in mezzo a un campo di kiwi. Per le due persone a bordo del velivolo non c’è stato nulla di fare: Paolo Caruso (il pilota) e Gino Fischione sono morti sul colpo. Il fatto è accaduto poco prima delle 13. L’ultraleggero era partito dell’Iri di via delle Valli. Secondo una prima ricostruzione i due stavano effettuando un volo di prova quando hanno avuto un problema, tentando forse l’atterraggio.

Entrambi erano ufficiali
in congedo originari
di Catania e L’Aquila,
l’impatto ieri poco
prima delle 13.

Alla fine però l’elicottero è precipitato in mezzo a una piantagione di kiwi, nella tenuta Spreafico in via Carano (zona Campo Morto). A dare l’allarme sono stati due operai che in quel momento stavano lavorando nella piantagione. Immediatamente sul posto sono arrivate due ambulanze e due elicotteri del 118, insieme ai vigili del fuoco del distaccamento di Aprilia e di Velletri.
Tuttavia i soccorsi sono stati inutili perché i due erano già morti. Le vittime sono due ufficiali dell’aeronautica militare in pensione. Stavano effettuando un volo turistico sull’elicottero, quando, per cause ancora in fase di accertamento, hanno perso quota e si sono schiantati al suolo.

Gino Fischione, 65 anni, era originario della provincia de L’Aquila, lascia una moglie e una figlia. Paolo Caruso, 63 anni, invece era originario della provincia di Catania. Le operazioni di estrazione sono andate avanti per tutto il pomeriggio e hanno visto impegnati i vigili del fuoco di Aprilia e Velletri, coadiuvati dai volontari delle associazioni di protezione civile. I corpi sono stati recuperati poco dopo le 19, quando ormai era già buio nelle campagne. In un primo momento sono intervenuti i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia perché si pensava che l’incidente fosse avvenuto in provincia di Latina, tuttavia il punto dell’incidente si trova proprio al confine ma nel comune di Lanuvio.

Si erano alzati in volo
poco prima dall’Iri di via delle Valli per un giro turistico,
indagano i carabinieri
del gruppo di Frascati.

Per questo le indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di Velletri e del gruppo di Frascati, coordinati dal colonnello Luciano Magrini, che nelle ore successive alla tragedia hanno provveduto all’identificazione delle due vittime e alla ricostruzione della dinamica dello schianto. Restano infatti ancora da chiarire le cause dell’incidente, che ha profondamente scosso la comunità. Sul posto, nel corso della giornata, si sono portate tante persone e anche il sindaco di Lanuvio, Luigi Galieti, si è presentato sul luogo dell’incidente per manifestare solidarietà per una tragedia ancora tutta da chiarire.


Al momento sono pochi gli elementi a disposizione degli inquirenti: i due uomini si sono alzati in volo dall’Iri di via delle Valli, hanno effettuato un volo sulla città di Aprilia e poi sono improvvisamente precipitati in via Carano. Al momento nessuna ipotesi è esclusa: guasto tecnico, distrazione fatale, oppure un malore del pilota ma saranno le indagini a stabilire le reali cause dell’incidente costato la vita ai due ufficiali in congedo dell’aeronautica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400