Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




L’inaccessibile rifugio  dei rom
0

L’inaccessibile rifugio
dei rom

Aprilia

Uno scoglio insormontabile. L’attività che ha visto l’amministrazione comunale di Aprilia insieme al Comando della Polizia locale, le associazioni di protezione civile e alcune aziende del territorio, adoperarsi per liberare siti e abitazioni dismesse occupate da senzatetto e restituirle ai proprietari a cui è stato demandato il ripristino delle condizioni di igiene e sicurezza, si è bloccata ormai da un mese di fronte all’ultimo immobile da liberare. Quello più grande, più noto, più affollato. In via della Chimica vivono da tempo decine di famiglie, quasi un centinaio di persone e bambini.

Censimenti e controlli interforze
a ripetizione ma niente
di concreto fino ad oggi.

Tutti lo sanno, tutti sanno che è necessario un intervento. Tutti sanno anche che proprio da quell’ex azienda partono, ogni giorno, gruppi di persone dirette a Roma, alla stazione, dove nei modi più disparati, racimolano denaro. Se l’attività principale è quella di pretendere denaro da turisti e pendolari a cui si offrono di prestare aiuto presso le biglietterie automatiche (richieste che spesso si trasformano in qualcosa di più grave, al limite dell’estorsione), non disdegnano anche altri reati predatori. Vengono spesso fermati, denunciati, ricevono fogli di via “obbligatori”, vengono cacciati da Termini, tornano ad Aprilia e, il giorno dopo, sono di nuovo tra i binari dello scalo romano.

Non ci sono oggi strumenti normativi efficaci. Non ci sono modi di contrastare questa piaga. Non che non se ne parli o le istituzioni non se ne occupino, ma di fatto, ai carabinieri o ai poliziotti, la legge non offre alcuno strumento utile. Denunce su denunce e poi quei militari e quegli agenti incrociano di nuovo quelle facce il giorno dopo. Legge che tra l’altro permette ai giudici di concedere gli arresti domiciliari nei siti dismessi e occupati come quello in via della Chimica. Forse anche per questo l’operazione di legalità si è fermata proprio quando molti in città si aspettavano lo sgombero. E ancora lo aspettano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400