Via dai comprensori tutte le barriere architettoniche che limitano l'accesso al mare. Lo ha disposto il sindaco di Ardea Luca Di Fiori firmando una serie di ordinanze che obbligano i presidenti di Lido di Lollia, Marina di Tor San Lorenzo, Vela Bianca, Diomede, Tirrenella, Sabbie d'Oro, Lido dei Coralli, Marina Piccola e Piccola Capri, a risolvere i problemi delle barriere garantendo tra l'altro l'accesso anche a biciclette e carrozzelle.

Inoltre, nelle ordinanze si intima di consentire l'accesso ai veicoli in servizio per l'emergenza e di tutti i mezzi che hanno a bordo persone con “limitata o impedita capacità motoria”.

“Quest'estate la stagione balneare sarà migliore, sicuramente per questa importante novità: l'interesse pubblico è assolutamente prevalente rispetto ad eventuali e ulteriori altri interessi privati – ha affermato il sindaco di Ardea Luca Di Fiori - I comprensori sono fisicamente aree interposte e di passaggio e possono prevedere varchi che devono essere fruibili. Già molti loro presidenti si sono dimostrati disponibili a voler affrontare e risolvere il problema, seguendo il principio del servizio che giustamente deve essere offerto alla collettività. E' un primo atto che va a regolamentare il sistema. Ora ne seguiranno altri per rendere più fruibili i nostri lidi: già con i presidenti dei comprensori stiamo valutando il modo per dare una maggiore accessibilità anche ai turisti, che in questo modo oltre che accedere al mare potranno usufruire di ulteriori servizi”.