Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Degrado dietro al campo sportivo, la denuncia

Il degrado a Torvajanica (Fonte: Facebook CasaPound Italia Litorale Romano)

0

Degrado dietro al campo sportivo, la denuncia

Pomezia

Scoperti da CasaPound insediamenti abusivi nel canneto e all'interno degli ex spogliatoi

Diversi mesi fa, alla periferia litoranea di Pomezia, i militanti di CasaPound Italia avevano segnalato la presenza di alcuni insediamenti abusivi nel canneto alle spalle del campo sportivo di Torvajanica.

A distanza di qualche tempo, la scorsa settimana, i militanti del movimento politico sono tornati in quella zona e, con grande stupore, si sono trovati di fronte al doppio degli insediamenti - estesi anche all’area degli ex spogliatoi abbandonati -, con un ammasso di sporcizia accatastato nei vecchi spogliatoi e condizioni igienico-sanitarie estremamente precarie.

«Mesi fa durante una riqualificazione a via Zara, nel campo adiacente lo stadio comunale, ci siamo imbattuti in un vasto insediamento abusivo abitato da stranieri all'interno del canneto, denunciammo questa situazione senza aver nessuna risoluzione o risposta da parte del comune - ha esordito Andrea Cincotta, referente di CasaPound Italia su Pomezia - Oggi siamo stati contattati da alcuni residenti della zona e siamo tornati sul posto per verificare la situazione attuale: anziché essere migliorata, si trova sempre più in uno stato allarmante d’abbandono. Abbiamo trovato il doppio degli insediamenti e un’altra realtà alle spalle delle stadio comunale. Stiamo parlando dell'ex piscina olimpionica comunale di 50 metri - ha aggiunto Cincotta - inaugurata e abbandonata da anni. È impensabile che l’unica piscina comunale della città viva in uno stato di abbandono e degrado e che all’interno degli spogliatoi, oltre che a essere utilizzati come discarica, ci siano diversi insediamenti abusivi, il tutto a pochi passi da una zona di passaggio per bambini e famiglie viste le numerose abitazioni e lo stadio comunale ancora attivo. Ci chiediamo perché, invece dell’abbandono - ha concluso il referente di CasaPound - il Comune non abbia provveduto alla riqualificazione e ristrutturazione della struttura mettendola a disposizione dei cittadini. Noi chiediamo all’amministrazione comunale di applicarsi subito per la messa in sicurezza della zona occupandosi della bonifica ed eliminando ogni traccia di degrado, di macerie e di insediamenti abusivi per ridare un senso di decoro alla città e di dignità agli abitanti che vivono il quartiere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400