Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Ladri in casa: un uomo ucciso a coltellate
0

Tentato omicidio sulla spiaggia, condannato l'accoltellatore

Pomezia

Un anno fa, tra le dune di Torvaianica, con la spiaggia che pullulava di bagnanti, si consumarono alcuni minuti di pure terrore. Quanti stavano prendendo il sole udirono delle urla e poi videro cadere a terra un uomo, vittima di una coltellata al torace. Per quell’episodio, una rapina nei confronti di uno straniero degenerata, venne arrestato ed è stato ora condannato a sei anni di reclusione Klaudio Shehaj, ventenne albanese.
L’imputato bloccò il maghrebino e lo minacciò. «Vai via da qui, sparisci, marocchino di m.. altrimenti ti sparo». E poi, per rapinare lo straniero del portafogli, contenente 140 euro, visto che la vittima faceva resistenza, Shehaj tirò fuori il coltello e sferrò un fendente.
Il marocchino venne ferito gravemente e, ricoverato alla clinica di Pomezia, venne considerato guaribile in un mese.
I carabinieri bloccarono quindi il ventenne, che fece anche resistenza.
Accusato di tentato omicidio, rapina, detenzione illecita di arma e appunto resistenza, Shehaj, difeso dall’avvocato Oreste Palmieri, è stato così processato con rito abbreviato, dunque allo stato degli atti, dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Velletri, Emiliano Picca.
Il pm Vincenzo Bufano ha chiesto per l’imputato una condanna a dieci anni di reclusione. Il giudice però, assolto l’albanese dalla rapina, lo ha condannato a sei anni di reclusione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400