Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Tentato furto nelle auto in sosta, arrestati due nomadi
0

Tentato furto nelle auto in sosta, arrestati due nomadi

Roma

Sono domiciliari nel campo nomadi di Castel Romano, sulla Pontina

In questo periodo di ferie con un inatteso affollamento nelle vie della Capitale, i carabinieri stanno intensificando i servizi di prevenzione per contrastare i reati predatori in danno a veicoli in sosta sulle strade.

Infatti, la scorsa notte, i militari del Nucleo radiomobile di Roma hanno arrestato tre persone, due nomadi, di 16 e 29 anni - già conosciuti dalle forze dell'ordine e domiciliati presso il campo nomadi di via Pontina – colti nella flagranza del tentato furto aggravato in concorso su auto in sosta; un 34enne romano invece, senza occupazione e già noto alle forze dell’ordine, è stato “pizzicato” per furto  aggravato di un motoveicolo.

Transitando in via Claudia, zona Colosseo, i carabinieri hanno notato i due nomadi, che dopo aver forzato la serratura della portiera di una Fiat Panda in sosta, sono entrati nell’abitacolo tentando di asportare alcuni oggetti custoditi al suo interno. I militari sono prontamente intervenuti e li hanno bloccati, rinvenendo, occultati in una borsa che avevano al seguito, gli arnesi da scasso utilizzati, successivamente sequestrati. Dei due arrestati, il 29enne è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo, mentre il minore è stato accompagnato presso il Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Invece, in viale Palmiro Togliatti, intervenuti per la segnalazione del furto di un motoveicolo parcheggiato lungo la via, i carabinieri hanno rintracciato e fermato il 34enne a bordo di uno scooter Honda che presentava il blocco accensione danneggiato. Eseguiti i controlli,  i militari hanno accertato che il motoveicolo era appena stato rubato e che l’uomo nascondeva gli arnesi, utilizzati per forzarlo, all’interno di un marsupio. Per lui sono scattate le manette e l’accompagnamento in caserma, dove è rimasto tutta la notte, in attesa del rito direttissimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400