Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

.




Regione Lazio

La sede della Regione Lazio

0

Centrale biogas Cogea, un altro via libera dalla Regione

Pomezia

La futura e possibile costruzione dell’impianto di compostaggio - con annessa centrale per la produzione di biogas - che la Cogea srl vorrebbe realizzare nella zona di Tor Maggiore, si è arricchita di un nuovo capitolo. Il responsabile della direzione Governo del ciclo dei rifiuti della Regione Lazio, ha infatti rilasciato la “verifica di ottemperanza individuata nella pronuncia di Via (la Valutazione d’impatto ambientale, ndr) di cui alla determinazione del 7 agosto 2015”. In quella data, infatti, la Regione aveva rilasciato parere favorevole alla Via, con alcune postille che la Cogea avrebbe dovuto chiarire. La ditta, in proposito, ha fornito rassicurazioni a maggio di quest’anno circa la non rispondenza dell’impianto a siti a rischio di incidente rilevante, con la presenza in zona di industrie soggette a tale normativa che non è ostativa alla realizzazione dell’impianto di compostaggio. In più, si evidenzia che il Comune non ha fornito riscontro alla richiesta che la Cogea ha fatto per avere notizie sull’approvazione del piano relativo ai rischi da incidente rilevante ma anche che, in merito alla possibile insufficienza della viabilità locale, “l’area di ubicazione dell’impianto ospita già due capannoni industriali dotati di idonea viabilità e collegamenti stradali”.
Ora, comunque, il progetto dovrà ottenere l’Autorizzazione integrata ambientale: per questo documento, servirà imprescindibilmente il parere del Comune circa la conferma che il progetto sia conforme con il rischio di incidente rilevante. In più si dovrà verificare se effettivamente, come dichiarato dalla ditta, esista un bisogno non soddisfatto di valorizzare la frazione organica dei rifiuti differenziati, in tutta la provincia di Roma, pari a oltre 266mila tonnellate l’anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400