Nel corso della penultima seduta del Consiglio comunale, a Pomezia è stato dato un nuovo via libera per gli espropri delle terre private dove ricade l’area archeologica di via Siviglia, a Torvajanica.

In particolare, l’assise civica ha approvato un nuovo piano particellare, indispensabile per andare a ottimizzare il sistema di espropri previsto dal ministero dei Beni culturali e inerenti le aree di pregio.

Dopodiché, una volta dichiarata la pubblica utilità dell’esproprio, si spenderanno i 110.000 euro occorrenti per l’acquisizione dell’area archeologica di via Siviglia.

Insomma, buone notizie - quelle che arrivano dal Comune - per un’area che rappresenta un valore aggiunto per la città di Pomezia e che, una volta resa totalmente fruibile alla cittadinanza e ai turisti, sarà un punto di riferimento non solo per il territorio a sud di Roma ma anche di tutti quegli appassionati di storia, desiderosi di scoprire quanto resta della civiltà romana sul litorale.