Da settimane gli agenti della polizia di Stato ricevevano segnalazioni da parte di alcuni imprenditori della zona di Albano e Castel Gandolfo che lamentavano furti nei loro uffici.

La tecnica usata era sempre la stessa. Il ladro entrava nelle aziende con la scusa di essere interessato all’acquisto dei loro prodotti ma, nel momento in cui veniva lasciato solo nell’ufficio in attesa di visionare il prodotto da acquistare, con destrezza asportava i portafogli e i cellulari custoditi all’interno delle borse o nella scrivania del titolare della ditta.

La squadra anticrimine del commissariato di polizia di Albano Laziale, diretto da Domenico Sannino, ha avviato le indagini partendo dalle descrizioni fornite dai testimoni, fino ad arrivare ad identificare il responsabile, un romano di 35 anni, scoprendo anche dove lo stesso si rifugiava dopo i furti, un locale situato in località Santa Palomba.

Ieri mattina alle ore 5, gli agenti hanno arrestato il giovane peraltro già noto alle forze dell’ordine, eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Velletri.