Il Consiglio comunale del 24 novembre 2016 ha annullato, con voto favorevole dell’unanimità dei presenti, il programma integrato d’intervento per la riconversione dell’ex stabilimento Tacconi, adottato con delibera di Consiglio comunale il 15 dicembre 2009. Il programma prevedeva la demolizione dell’attuale stabilimento industriale dismesso in località Campo Selva, la bonifica del sito e la realizzazione di un complesso residenziale di circa 1785 abitanti.

“Rimediamo ancora una volta agli errori del passato in materia di urbanistica - dichiara il Sindaco Fabio Fucci - A seguito di un’attenta analisi delle carte sono emerse palesi illegittimità del piano rispetto alla normativa vigente, in particolare per quanto riguarda la vicinanza dell’area a zone di rilevante valore archeologico e paesaggistico. Si trattava di un piano d’intervento che avrebbe creato un quartiere ghetto senza servizi o opere utili alla collettività: non abbiamo potuto far altro che annullarlo. E’ stato del resto lo stesso TAR del Lazio a obbligarci a concludere il procedimento avviato nel 2009: con l’annullamento di ieri è stato aggiunto un altro tassello alla nuova pianificazione del territorio che stiamo portando avanti da tempo per dotare Pomezia di tutti i servizi necessari alla cittadinanza”.