“Sono sereno. In Comune abbiamo agito rispettando le norme. Saprò far valere la mia innocenza. Ho piena fiducia nella magistratura e nel lavoro che svolge. Spero che il tutto si chiarisca in tempi brevi”.

Sono queste le parole pronunciate poco fa dal sindaco di Ardea, Luca Di Fiori, rinviato al giudizio per una presunta corruzione inerente la riconversione urbanistica della Idea Linea Luce Srl, ossia la "Uno Light" di via Pontina Vecchia.

Il primo cittadino, stando a quanto stabilito dal gup di Velletri Emiliano Picca, dovrà comparire in tribunale il prossimo 7 marzo, alle ore 9, insieme al presidente del Consiglio Massimiliano Giordani, al consigliere Fabrizio Acquarelli, all'ex assessore Nicola Petricca e all'imprenditore Mario Mastrototaro.