Nonostante il sistema di pre-allarme fosse scattato poco dopo la loro irruzione all’interno dello stabilimento produttivo dell’azienda “Francia Latticini”, i malviventi hanno continuato ugualmente con il furto di rame, riuscendo alla fine a portar via circa ottocento metri di “oro rosso”. Il furto è avvenuto la scorsa notte all’interno dell’impianto produttivo di Sonnino. I malviventi, sicuramente una banda esperta, a quanto pare hanno scavalcato il muro di cinta e sono riusciti con un mezzo a farsi strada fino all’impianto a biogas della struttura che produce energia rinnovabile e che viene alimentato al 100% da siero di latte e “latticello” di lavorazione, riuscendo a produrre un quantitativo di energia pari a 600 kilowatt l'ora che vengono poi immessi nella rete di distribuzione.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (26 gennaio 2016)