Al via le indagini strutturali sugli edifici scolastici di Monte San Biagio. Sulla corta dei dettati normativi della “buona scuola”, il Comune del sindaco Federico Carnevale ha affidato a una ditta di Roma l’incarico di eseguire un monitoraggio delle strutture scolastiche. In particolare, gli accertamenti riguardano la scuola “Giovanni XXIII”, il plesso di via Carro e Caduti di “Nassirya”. L’incarico, per circa 29 mila euro, sarà finanziato in larga parte proprio grazie ai fondi messi a disposizione dalla “buona scuola”.