Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Emergenza loculi, amministrazione al lavoro
0

Mancano i loculi, il sindaco ordina di requisire le tombe vuote

Lenola

Emergenza sepolture al cimitero, il provvedimento riguarda i loculi già concessi ma non ancora occupati

Mancano i loculi, i tempi per i lavori necessari a costruirne di nuovi si allungano e bisogna muoversi di fretta e con la forza. Il sindaco Andrea Antogiovanni ha firmato un’ordinanza con cui dispone di requisire in via provvisoria i loculi già concessi ma non ancora occupati dalle salme. Insomma si prendono le tombe in prestito, pratica tutt’altro che normale ma che sta diventando la norma in diversi Comuni dove si è alle prese con l’emergenza di spazi in cui tumulare i defunti. Il provvedimento risulta necessario, si legge nell’ordinanza, perché nel cimitero comunale «insiste una grave insufficienza di loculi disponibili». Il Comune ha avviato le procedure per costruire nuove tombe, ma troppo tardi. Sempre più spesso funziona così: ci si riduce agli ultimi momenti e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. L’ordinanza farà discutere: il provvedimento infatti individua la presenza di oltre 200 loculi vuoti ma già concessi per future tumulazioni e trasferimenti di salme. Si va quindi incontro a decine di tumulazioni provvisorie per le prossime settimane. L’ordinanza dispone anche che non vengano più apposte lapidi a chiusura dei loculi requisiti prima della tumulazione provvisoria della salma. Questo per evitare ulteriori problemi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400