Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Sedie e tavolini, arrivano le tariffe giornaliere
0

Sedie e tavolini, arrivano le tariffe giornaliere

Fondi

La delibera per l'occupazione di suolo pubblico

Con l’avvicinarsi della bella stagione, considerate le temperature primaverili e le festività del 25 aprile e del Primo maggio, i titolari di bar e ristoranti chiedono di poter mettere in strada tavolini e sedie. Nulla di strano, anzi, è ormai la prassi che gli esercizi commerciali, in particolare quelli che si occupano della somministrazione di cibi e bevande, estendano all’esterno dei propri locali le rispettive attività. Ma a oggi il Comune di Fondi non ha ancora individuato una tariffa per l’occupazione del suolo pubblico. E qui si crea un cortocircuito burocratico perché il servizio, se proprio deve essere autorizzato, va fatto pagare. Cosa fare allora? La giunta del sindaco Salvatore De Meo ha pensato di risolvere la situazione in modo semplice. Ben vengano tavoli e sedie su marciapiedi e piazze, purché si paghi. Quanto? Un euro a metro quadrato al giorno. Un prezzo forfettario e, verrebbe da dire, sicuramente simbolico. Anche perché sarà difficile, a meno che non si voglia pensare che tecnici comunali e vigili urbani si mettano a fare controlli con metri e, perché no, una fettuccia per misurare se la superficie occupata sia il giusto corrispettivo di quando si dovrà effettivamente pagare. Con un bilancio da approvare, il riferimento normativo va al regolamento sulla concessione e sul canone di occupazione di spazi e aree pubbliche approvato lo scorso marzo in Consiglio. Tra le novità introdotte dal disciplinare, la possibilità di occupazioni temporanee per un periodo massimo di nove mesi anche non consecutivi o frazionati mensilmente. Bene, ma per questa occupazione “spezzatino” non è ancora stata individuata un’apposita tariffa. Ecco perché in attesa che si provveda a colmare questo “vuoto” in sede di approvazione di bilancio 2016, De Meo e la sua squadra di assessori hanno stabilito di dare la possibilità agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande di occupare il suolo pubblico, previa richiesta e secondo le prescrizioni del regolamento Cosap, con l’applicazione di un canone giornaliero di un euro al metro quadrato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400