Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Il palazzo comunale di Fondi
0

Sanità, bilancio e ambiente: Consiglio comunale fiume

Fondi

Il dibattito in aula ha riguardato anche la raccolta rifiuti e la questione ospedale

Nella Seduta di Consiglio comunale tenutasi nel pomeriggio di ieri, Martedì 3 Maggio, a seguito dell’approvazione dei verbali della seduta precedente il Presidente del Consiglio comunale Onorato De Santis ha dato comunicazione della Deliberazione di Giunta Municipale n.130 del 14 Aprile scorso relativa all’Esercizio provvisorio 2016 - Variazione di bilancio mediante prelievo dal fondo di riserva per il pagamento delle spese del referendum svoltosi il 17 Aprile 2016.

In seguito il Presidente della Commissione Urbanistica Vincenzo Mattei ha illustrato i punti relativi alle alienazioni delle ditte Di Mascolo Maria, Mastromanno Giuseppe e D’Ambrosio Patrizio, poi approvate dall’assise con l’astensione dei Consiglieri di minoranza.

Il punto riguardante l’approvazione del P.U.A. per l’Azienda Agricola Vaccaro Massimo è stato illustrato dall’Assessore all’Urbanistica Claudio Spagnardi e successivamente approvato all’unanimità.

Il Consigliere Daniela Di Pinto ha relazionato sull’istituzione della Commissione consiliare permanente Pari Opportunità, prevista dallo Statuto Comunale e costituita in linea con le vigenti normative nazionali ed europee: «Con l’istituzione della Commissione ci si propone di riconoscere e migliorare i diritti di genere e di rimuovere le condizioni di disagio e discriminazione anche sul nostro territorio. Il concetto di parità deve essere inteso non solo come diritto ma anche come patrimonio culturale di ognuno. Si tratta infatti di una crescita culturale che deve coinvolgere la comunità in tutte le sue articolazioni, sociali, economiche e politiche, coinvolgendo la Scuola e in particolare i giovani. Sono molti i temi su cui poter promuovere confronti ed iniziative sulla parità di genere: tutela della maternità, parità di trattamento in materia di impiego, occupazione, sicurezza sociale e accesso a beni e servizi, molestie e violenze sessuali, stalking, quote di genere. L’obiettivo della Commissione è quello di contribuire ad un vero cambiamento nelle modalità di approccio a tutte queste problematiche. A riguardo, desidero ricordare che l’Amministrazione comunale si è già attivata in tale ambito sostenendo e patrocinando l’iniziativa dell’Associazione Nadyr per l’apertura presso la Casa comunale del Centro antiviolenza, gestito da donne volenterose di contribuire concretamente a prevenire degenerazioni delle prime forme di violenza e creare migliori condizioni di vita e benessere alle vittime di violenza, maltrattamenti e disagio».

L’istituzione della nuova Commissione è stata approvata all’unanimità.

Il punto successivo, relativo al Regolamento dell’Ispettore ambientale comunale volontario, è stato esposto dall’Assessore all’Ambiente Roberta Muccitelli. Nel ricordare che il Regolamento è stato approvato all’unanimità il 29 Aprile scorso in Commissione Ambiente, l’Assessore ha precisato che la figura dell’Ispettore volontario «nasce con il proposito di assicurare una maggiore tutela dell’ambiente. Gli ispettori dovranno informare ed educare i cittadini sulle modalità e sul corretto conferimento e smaltimento dei rifiuti; vigilare su chi arreca danni all’ambiente, all’immagine e al decoro del nostro territorio; accertare le violazioni, con segnalazioni alla Polizia Locale e in coordinamento con la stessa, alle norme nazionali in materia ambientale, ai regolamenti comunali e alle ordinanze sindacali relative alla difesa dell’ambiente». L’Assessore Muccitelli ha poi precisato che l’espletamento del servizio è di carattere volontario e gratuito, salvo eventuali contributi concessi da Enti sovracomunali o rimborsi spese assegnati dal Comune, che promulgherà un apposito bando di selezione, cui seguiranno un corso di formazione e un esame finale. Il Regolamento è stato approvato con 21 voti favorevoli e quello contrario del Consigliere Luigi Parisella.

In seguito il Sindaco è intervenuto sul tema del nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta”: «Siamo a ridosso dall’attivazione e auspico non soltanto un convinto coinvolgimento da parte di tutti i cittadini ma altresì la collaborazione di tutti gli amministratori nel fornire utili informazioni agli utenti. Da una decina di giorni sono stati avviati incontri informativi nelle scuole che stanno coinvolgendo migliaia di studenti, cui seguiranno incontri di quartiere e nelle parrocchie, nonché l’attivazione di un numero verde e di uno specifico sito internet. Parallelamente all’attivazione del “porta a porta” la Polizia Locale intensificherà i controlli per scongiurare il fenomeno del conferimento abusivo dei rifiuti e in tale ambito il supporto degli Ispettori ambientali comunali volontari risulterà prezioso».

Il Consiglio comunale si è concluso con le interpellanze e le interrogazioni, la prima delle quali è stata formulata al Sindaco da Appio Antonelli relativamente alla tempistica per l’assegnazione delle concessioni degli stabilimenti balneari.

De Meo ha reso noto che le istruttorie, in corso di completamento, dovrebbero concludersi entro una decina di giorni, per poi procedere alla formulazione delle graduatorie e dell’assegnazione delle concessioni.

In considerazione delle recenti proposte di trasferimento degli anestesisti dal nosocomio di Fondi a quello di Terracina e altresì di quella finalizzata al trasferimento dell’Ostetricia presso l’ospedale di Formia, che comporterebbe il contestuale declassamento del Pronto Soccorso di Fondi a Punto di primo intervento, il Capogruppo di Forza Italia Vincenzo Carnevale ha chiesto al Sindaco di informare l’assise sull’esito dell’incontro avuto Lunedì scorso con il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

De Meo ha confermato quanto già reso noto alla stampa, ovvero che a seguito dell’incontro, cui ha preso parte anche il Consigliere regionale Simeone, Zingaretti ha convocato un incontro con Casati, Direttore Generale facente funzioni della ASL pontina recentemente commissariata, per discutere delle criticità rappresentate. Il Sindaco, nell’auspicare che finalmente si proceda alle più volte promesse revisioni dell’Atto aziendale, quanto mai necessarie in considerazione delle estreme difficoltà del “San Giovanni di Dio”, ha reso noto che la prossima settimana sarà nuovamente convocata la Commissione Salute alla luce delle novità emerse per concordare le iniziative da mettere in campo: «E’ venuto il momento per la Regione Lazio di dare una risposta vera ad un problema che si trascina da troppi anni, non solo per Fondi ma per tutta la rete ospedaliera pontina. Ho fiducia nell’impegno di tutti a livello politico ed istituzionale nel chiedere alla Regione di formulare e porre in essere proposte concrete in tale ambito».

Sul punto è poi intervenuto il Consigliere del PD Luigi Parisella: «Vogliamo la verità sugli squilibri sanitari nella nostra provincia, è impensabile che cambino Direttori Generali della ASL in continuazione e che i pazienti continuino ad essere sballottati con le ambulanze da un ospedale ad un altro. Noi siamo indignati e vogliamo sapere se qualcuno sta speculando su tutto questo. La lotta deve accomunarci tutti e per far questo dobbiamo prescindere dalle appartenenze politiche».

Vincenzo Carnevale si è detto «favorevole a spogliarci delle nostre vesti politiche. Mi fa piacere questo “cambio di passo” condiviso da tutto il gruppo consiliare del PD sulla questione sanità, che come abbiamo sempre detto non ha confini politici e coinvolge tutti, in primis i concittadini, ma anche la classe politica e le Istituzioni».

Sul tema è intervenuto anche il Consigliere PD Maria Civita Paparello: «La risposta devono darcela, chiara, netta, ed è un diritto dei cittadini di Fondi e del comprensorio. Purtroppo in Regione non conoscono bene cosa avviene sul nostro territorio e noi dobbiamo vigilare proprio perché non si verifichino conseguenze nefaste».

Appio Antonelli ha condiviso gli interventi di Parisella e Carnevale e si è detto propenso ad abbandonare il profilo istituzionale sinora mantenuto in tema di sanità «perché finora siamo stati soltanto presi in giro».

In conclusione Mario Fiorillo ha rivolto al Sindaco due interpellanze orali: la prima sulla mancata approvazione del Bilancio entro il termine del 30 Aprile, la seconda relativa agli interventi di tutela e salvaguardia del nostro territorio collinare dal pericolo di incendi.

«La difficoltà che abbiamo registrato sul Bilancio – ha spiegato De Meo – ci accomuna a tantissimi Enti locali perché per la prima volta il Governo ha fatto coincidere l’approvazione del Previsionale del nuovo anno con il Consuntivo del precedente e al tempo stesso ha introdotto il principio dell’armonizzazione contabile. Ci accingiamo ad approvare in Giunta lo schema di Consuntivo 2015 e in seguito il Previsionale 2016, per giungere nei rispettivi tempi tecnici alle relative procedure di approvazione in Consiglio comunale».

In merito alla seconda interpellanza De Meo ha reso noto tra l’altro che si è nuovamente riunito il Tavolo appositamente costituito sulla problematica incendi e che è stata condivisa con i Parchi degli Aurunci e degli Ausoni una progettazione, sui cui si è già iniziato a lavorare, cui seguirà la relativa richiesta di finanziamento alla Regione Lazio per porre in essere una serie di azioni di prevenzione e sensibilizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400