Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

.




Aumentano le tariffe del parcheggio alla stazione, esposto e polemiche

Il sindaco Federico Carnevale

0

Aumentano le tariffe del parcheggio alla stazione, esposto e polemiche

Monte San Biagio

La posizione dell'amministrazione comunale, ma i pendolari sono infuriati

Parte da Lenola e arriva a Latina, passando per il parcheggio della stazione ferroviaria di Monte San Biagio, la polemica sull’aumento delle tariffe per le strisce blu nell’area di sosta. Il Comune, con una delibera dell’amministrazione guidata dal sindaco Federico Carnevale, ha disposto un aumento significativo delle tariffe per i non residenti. Apriti cielo: polemiche, interrogazioni in Consiglio e, proprio ieri, un esposto inviato da Lenola al prefetto di Latina Pierluigi Faloni e al sindaco Federico Carnevale. Nel documento si sostiene che «non vi è alcun interesse pubblico che giustifichi l’istituzione di un parcheggio a pagamento». Anche se, va precisato, era regolato da strisce blu ancor prima dell’aumento delle tariffe. «Inoltre è un parcheggio incustodito e non si capisce quale servizio si stia pagando». Insomma, la delibera istitutiva delle nuove tariffe sarebbe «illegittima». Viste le polemiche e il dibattito sorti attorno al nuovo regolamento, il sindaco Federico Carnevale ha voluto chiarire la sua posizione, rispondendo punto per punto alle critiche sollevate in questi giorni. «Si sostiene che quello della stazione sia un parcheggio finanziato dalla Regione. Ma è anche vero che l’ente municipale ha comunque partecipato alle spese per completare le opere e soprattutto sostiene spese per la cura dell’area, lo sfalcio dell’erba, il restyling del manto stradale, la pubblica illuminazione e la segnaletica». E poi c’è un ragionamento di opportunità da fare, secondo il sindaco. «Quello del parcheggio è un servizio che il paese offre ai tanti pendolari, riservando uno spazio così ampio agli automobilisti. Servizio che in cambio non lascia nulla in paese, visto che chi ne usufruisce non fa altro che prendere il treno e andare altrove per lavoro, studio o viaggio». C’è un ultimo aspetto da considerare. «Chi ha detto che non offriamo servizi?» replica il sindaco. «Abbiamo già predisposto l’acquisto di un bagno autopulente dal costo di 40 mila euro, visto che alla stazione ferroviaria i servizi igienici sono oggetto di numerose segnalazioni e proteste. E ancora abbiamo dato mandato agli uffici di avviare le pratiche per l’installazione di telecamere nell’area di sosta, così da tenere in sicurezza il parcheggio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400